martedì 27 settembre 2016

TORNA "JEEG ROBOT" CON "LA BALLATA DI HIROSHI" CANTATA DA ILENIA PASTORELLI

NUOVA COLLABORAZIONE questa volta con l'ufficio stampa Morning Bell per pubblicizzare
LA BALLATA DI HIROSHI", TRATTA DAL FILM "JEEG ROBOT"
PRODUZIONE ARTISTICA: Fabio Di Ranno, Nicola Guaglianone e Dario Vero
ARRANGIAMENTO: Fabio Di Ranno e Dario Vero
ORCHESTRAZIONE: Dario Vero
VOCE: Ilenia Pastorelli
PIANOFORTE & KEYBOARDS: Fabio Di Ranno
CHITARRE E BASSO: Dario Vero
BATTERIA: Massimiliano Chiapperi REGISTRATO, MISSATO E MASTERIZZATO @PlayRec Studio, Roma
Da giovedì 15 settembre sarà disponibile in digital download e sulle principali piattaforme di streaming “LA BALLATA DI HIROSHI”,
interpretato da Ilenia Pastorelli. Conoscete la ragazza? È la protagonista del film campione di incassi e vincitore di sette David di Donatello e due Nastri d’argento “Lo chiamavano Jeeg Robot”, uscito nel 2016, diretto e prodotto da Gabriele Manetti.
Nel film, omaggio alla serie manga e anime Jeeg robot d’acciaio, Alessia, la protagonista femminile interpretata da Ilenia Pastorelli (che ha vinto il David di Donatello per questo ruolo), è convinta che Hiroshi Shiba, l’eroe della serie, esista nel mondo reale e lo identifica con Enzo, il protagonista, interpretato da Claudio Santamaria.
Una cosa un po' da pazzi, in effetti, ma è un film basato sui fumetti. Da questa credenziale è nata "La ballata di Hiroshi" i cui autori sono FABIO DI RANNO e NICOLA GUAGLIANONE (sceneggiatore di cinema e televisione), che del film è anche autore del soggetto e sceneggiatore; mentre le musiche del brano sono di FABIO DI RANNO (sceneggiatore di "Gente di Mare", "Agrodolce", "I Cesaroni") e DARIO VERO (chitarrista, compositore e produttore, diplomato al prestigioso Berklee College of Music, autore di numerose colonne sonore per film, telefilm, cartoni animati e produzioni internazionali) una coppia che ha collaborato per tanti progetti per la tv e cinema. La canzone riassume con parole e musica la pellicola unendo stili di musica diversissimi fra di loro: infatti troviamo la musica orientale giapponese che si mescola al pop italiano delle soundtrack anni ‘70, insieme alla tradizione delle ballate romane (avete presente De Andrè?) e al rap, il tutto condito dall'intensa voce di Ilenia Pastorelli.































lunedì 26 settembre 2016

ANTICIPAZIONI DELLA FICTION "L'ALLIEVA" CON ALESSANDRA MASTRONARDI E I MEDICI LEGALI PIÙ FAMOSI DELLE SERIE TV

Domani sintonizziamoci tutti su RaiUno: alle 21:10 inizia la fiction diretta da Luca Rebuoli "L'allieva”, tratta dai romanzi di Alessia Gazzola, sulla specializzanda in medicina legale e patologia ma anche investigatrice pasticciona di nome Alice Allevi.
Alice è una Bridget Jones italiana, è un po' distratta, spesso sbadata e si mette nei guai invischiandosi nelle indagini. Però ha talento e predisposizione verso il lavoro di patologa (nella serie non ci sono scene forti come nelle serie crime, per fortuna), nonostante il suo capo Claudio Conforti (Lino Guanciale) la umilia e la tratta male.

Ad un certo punto Alice si troverà suo malgrado al centro di un triangolo amoroso, quello con il suo capo, corteggiatore seriale a cui lei non sa resistere e con un giornalista (Dario Aita) figlio del direttore dell'istituto legale. A complicare la situazione si aggiunge Ambra (Martina Stella), specializzanda in medicina legale, perfettina e super preparata, la rivale di Alice. Secondo me Alessandra Mastronardi è perfetta per la parte, la considero una ragazza semplice, simpatica e bravissima, la seguo da quando interpretava Eva Cudicini nei” Cesaroni”. Mentre Lino Guanciale, sta diventando uno degli attori italiani più apprezzati nelle fiction, dopo i ruoli in "La dama velata" e "Che Dio ci aiuti". Non posso concludere questo articolo se non cito quello che secondo me è il capostipite di tutti i patologi televisivi che hanno invaso le nostre Tv negli ultimi anni. Lui è Ducky Mallard (David McCallum) di "NCIS", uno dei personaggi più caratteristici della serie che dialoga addirittura con i cadaveri prima di fare le autopsie.
Ovviamente anche "CSI" è celebre per le scene a colpi di autopsia, ma preferisco la serie più soft "NCIS"! Io non potrei mai fare questa professione, ci vuole una predisposizione particolare, però da piccola volevo fare il veterinario (conoscete tutti la mia passione per gli animali), ma sono negata nelle materie scientifiche allora ho rinunciato. Però il camice bianco mi ha sempre incuriosito.
VOI SEGUITE DELLE SERIE CON MEDICI LEGALI E DA PICCOLI VOLEVATE FARE QUALCHE PROFESSIONE CON IL CAMICE BIANCO?



mercoledì 21 settembre 2016

4 REMAKE DISNEY IN LIVE ACTION CHE USCIRANNO TRA IL 2017/2018

DUMBO (2017) DI TIM BURTON
Il remake di "Dumbo" sarà diretto da Tim Burton, uno dei miei registi preferiti e scritto da Ehren Kruger, uscirà nel 2017 e sarà girato in "live action" ovvero con attori in carne e ossa mentre gli elefanti saranno creati a computer. Questa nuova rivisitazione dell'elefantino con le orecchie gigantesche mi interessa molto e poi se al timone c'è Tim Burton, qualcosa di buono uscirà sicuramente. E chissà se Burton, re dei film dark e malinconici, accetterà la richiesta della PETA di modificare la scena finale di Dumbo: lui e sua madre dovrebbero vivere liberi e felici in una riserva e non più sfruttati dall'industria dello spettacolo.
SCHIACCIANOCI E I QUATTRO REGNI DI LASSE HALLSTROM
É l'adattamento dell’omonimo balletto di Tchaikovsky, realizzato nel tardo 19° secolo e del cartoon con protagonista la bambola Barbie, che racconta la storia di una giovane ragazza le cui bambole prendono vita nella notte di Natale e si ritrovano in guerra contro un esercito di topi e il suo Re. A proteggerla arriverà un nobile Schiaccianoci. Il remake ha tra i suoi punti di forza il cast: l’attrice Keira Knightley (una delle mie attrici preferite)
interpreterà la Fata Confetto. Insieme a lei, troveremo Mackenzie Foy (la figlia di Bella ed Edward nella saga di "Twilight) nei panni di Clara e Morgan Freeman. E per concludere il film é diretto da Lasse Hallstrom (che ci ha fatto piangere tutti con "Hachiko" e "Chocolate") sulla base della sceneggiatura scritta da Ashleigh Powell. Non è ancora nota una data precisa per l’inizio delle riprese, ma questo film mi ispira tantissimo.
"MARY POPPINS" (2018) DI ROB MARSHALL
Ho pensato subito che fare il remake di "Mary Poppins" fosse un'impresa a dir poco ardua, dato che il film è un classico indimenticabile. Aggiungiamoci che il film sarà diretto da Rob marshall (il regista del fiasco "Into the wood"!) e la faccenda si complica! Fortunatamente ad interpretare la bambinaia canterina sarà Emily Blunt, che ha un grande talento vocale. "Basta un poco di zucchero e la pillola va giù" cantava Mary Poppins, noi riusciremo a mandare giù questo film o preferiremo l'inimitabile Julie Andrews (vedi foto)?
LA SIRENETTA
Doveva essere la giovane attrice Chloë Grace Moretz ad interpretare Ariel nel live action della "Sirenetta" ma ha abbandonato tutti i suoi progetti cinematografici futuri per rivalutarsi e rallentare un po' la sua carriera.

In più la regista candidata all'Oscar, Sofia Coppola, avrebbe dovuto dirigere la pellicola, ma ha lasciato nel mese di giugno 2015 a causa di differenze creative con lo studio. Insomma sembra che la fiaba scritta da Hans Christian Andersen non s'ha da fare, forse perchè è molto vicino alla storia originale e senza lieto fine? Ci aggiorneremo a breve!
Se vi è piaciuto l'articolo, leggete anche ➡ http://gattaracinefila.blogspot.com/2016/06/anteprima-beauty-and-beast-2017-con.html
VOI QUALE ADATTAMENTO DISNEY ASPETTATE?

lunedì 19 settembre 2016

IL COMPLEANNO DEL MIO BLOG E GLI EMMY AWARDS 2016

Intanto BUON COMPLI🎉🎊 BLOG A ME!!🎂
IN QUESTI GIORNI IL MIO BLOG COMPIE UN ANNO DI VITA!❤ Precisamente l'ho creato il 16 settembre, ma ho pubblicato il primo post il 7 ottobre, ci ho impiegato quasi un mese ad usare Blogger!😂 QUINDI FESTEGGEREMO ANCHE IL 7 OTTOBRE!❤ Ringrazio tutti gli 80 blogger che mi seguono e commentano i miei post, i 96 follower su Google ➕. Quando ci sono stati MOMENTI BRUTTI in cui avrei voluto mollare tutto, buttare il computer dalla finestra😂 perché erano saltati dei progetti o anche solo per stanchezza, GRAZIE A VOI CHE MI SEGUITE OGNI GIORNO NON È SUCCESSO NIENTE DEL GENERE. QUINDI VI RINGRAZIO TUTTI, UNO A UNO! 😘
ORA PARLIAMO DEGLI EMMY AWARDS 2016 presentati di Jimmy Kimmel
vincitori della 68esima edizione degli Emmy Awards sono stati le serie "Game Of Thrones"
e "Veep vicepresidente incompetente".
Se la prima la conosciamo tutti, "Il trono di spade" è una serie televisiva statunitense di genere fantasy creata da David Benioff e D.B. Weiss, spesso criticata per le ripetute scene di violenza e di nudo, "Veep" non l'ho mai considerata. "Il trono di spade" ha vinto il premio come miglior serie, miglior regia e miglior sceneggiatura, aggiundicandosi il record di serie televisiva più premiata, arrivando a totalizzare nelle sue sei stagioni la bellezza di 38 riconoscimenti. "Veep", invece, si concentra sulla vicepresidente incompetente Selina Mayer interpretata da Julie Louis Dreyfus e ha vinto come miglior serie e miglior protagonista per la sesta volta. Sono felice che come miglior attrice non protagonista in una serie drammatica abbia vinto Maggie Smith, per il suo iconico ruolo in "Downton Abbey".
Adoro Nonna Violet e le sue battute affilate che sono diventate subito cult, merito del suo essere diretta, pungente e di grande intelligenza. Il premio "Miglior attore non protagonista in una serie drammatica" è andato a Ben Mendelsohn per "Bloodline". Altro grande vincitore della serata la miniserie "The People vs O.J. Simpson", con John Travolta, che ripercorre la vicenda giudiziaria dell'ex giocatore di football americano accusato di duplice omicidio che vince 5 statuette per la miniserie. Il premio (secondo me meritato) per il "Migliore attore protagonista" in una serie drammatica è andato a Rami Malek, l'hacker tormentato di "Mr robot".
mentre Jeffrey Tambor riceve il premio per il secondo anno consecutivo per "Transparent". E come "Migliore attrice drammatica" a Tatiana Maslany per "Orphan Black". SECONDO VOI QUESTI EMMY SONO MERITATI?




giovedì 15 settembre 2016

ANTEPRIMA CORTOMETRAGGIO HORROR "LION" DI DAVIDE MELINI

Può una mattina iniziata storta (svegliarsi alle 8:15 di colpo per colpa del call center che fa squillare il tuo telefono dieci volte, provocandoti quasi un infarto, beccarsi in pieno il temporale mentre sei in bici) raddrizzarsi grazie ad un email? Sì perchè questa mattina sono stata contattata da Davide Melini, assistente alla regia nel film"La Terza Madre" diretto nientemeno che da Dario Argento (il cui nome già di per se fa venire i brividi!!!) e nella serie anglo-americana "Penny Dreadful" (serie dark, gotica, terrificante da pelle d'oca) per scrivere un articolo sul suo ultimo cortometraggio horror "Lion", girato in Spagna ma di nazionalità inglese, attualmente in post-produzione. Ecco la magnifica locandina, con protagonista il leone del titolo, il re della foresta!

Insomma lo sceneggiatore Melini, romano ma residente in Spagna si trova molto a suo agio con i film e le serie di paura a differenza di me, ahah, che dei film horror riesco solo a vedere qualche sporadica scena! Però nonostante ciò ho voluto pubblicizzare "Lion" cortometraggio annunciato per questo Halloween. Perchè? Perchè per questo cortometraggio sono coinvolti professionisti del settore cinematografico ITALIANI che lavorano su film importanti a livello mondiale da Luca Vannella ("Thor", "Harry Potter", "Apocalypto", "Heart of the Sea- Le origini di Moby Dick"), Alexis Continente ("Thor",
 "Penny Dreadful"), Vincenzo Mastrantonio ("Titanic", "Moulin Rouge", "La passione di Cristo", "Romeo + Giulietta"), Bobby Holland ("Il cavaliere oscuro - Il ritorno", "Game of Thrones: Il trono di spade", "Assassin's Creed", "007 - Quantum of Solace"), Ferdinando Merolla ("Troy", "Gangs of New York", "Hannibal Lecter - Le origini del male") e Roberto Paglialunga. Sono sicura che siete curiosi e volete conoscere la trama, ovvio con dei professionisti così importanti! Il film inizia in un chalet isolato in una foresta innevata... Protagonisti un uomo accecato dall'alcohol, una donna incapace di ribellarsi e un bambino di 8 anni, con un viso cupo e due occhi oscuri... Il silenzio della notte sará squarciato da grida mortali e l'incubo ha inizio e d'altronde con lo slogan La paura piú grande dell'uomo é pronta a tornare! i brividi saranno garantiti! Altri pregi di "Lion" sono il cast: Pedro Sánchez, Michael Segal ("Colour from the Dark", "Anger of the Dead"), Tania Mercader, la Red Epic Dragon a 6K con cui è stato girato il cortometraggio e alcuni membri principali della troupe. Da ricordare la produttrice Esecutiva Fabel Aguilera, il direttore di di Produzione Pablo Lavado e il direttore della Fotografia Juanma Postigo (candidato al premio "Goya 2016" per la fotografia del film "El violón de piedra"). Ecco i link social del film: https://m.facebook.com/LionFilmDavideMelini/
https://twitter.com/Lion_Film2017
http://davidemelini.com/LION
ECCO IN ANTEPRIMA IL TRAILER DEL FILM, COSA NE DITE? COMMENTATE!❤



. .

mercoledì 14 settembre 2016

I PREFERITI DI FINE AGOSTO\INIZIO SETTEMBRE: ATTORE, FILM, LIBRO, SERIE TV, REALITY SHOW

ECCO IL MIO RIEPILOGO CINEMATOGRAFICO, LETTERARIO E TELEVISIVO PREFERITO DI FINE AGOSTO INIZIO SETTEMBRE!❤
ATTORE DEL MESE:
GENE WILDER
Il celebre attore scomparso il 29 agosto 2016 resterà nella memoria collettiva come Frankestein del film "Frankenstein Junior". Anche nella mia memoria perchè mio papà mi ha fatto vedere e rivedere quel film, è un fan del dottor Frankenstein, addirittura un giorno ha comprato una semplice maglietta nera e si è recato in una stamperia per farsi ritrarre sulla t-shirt il dottor Frederick von Frankenstein e la celebre frase "Si può fare!"". Ecco il risultato!

Sono sicura che "Lupo ulula castello ululi" non tramonterà mai.
LIBRO E FILM:
"DONNE" di Andrea Camilleri, edito da Rizzoli è un libro che racconta gli incontri femminili che hanno scandito la vita dello scrittore siciliano,
da cui sono stati tratti del minifilm di 10 minuti ciascuno che sono andati in onda dal 30 agosto, su RaiUno alle 20:30. Non solo amori ma incontri con delle donne che lo hanno cambiato, da quando era bambino con Nunzia (Alice Canzonieri) e la nonna Elvira (Lucia Sardo), da adolescente durante la guerra con la prostituta Oriana (Nicole Grimaudo) ed Ofelia (Linda Caridi) salvata da Andrea dagli orrori della guerra. L'amore non corrisposto per Beatrice (Miriam Dalmazio) e in età matura, la cameriera Jolanda (Anita Kravos), l'algida nobildonna Pucci (Carolina Crescentini), la studentessa svedese Ingrid (Elizabeth Kinnear) ed Ines (Catrinel Marlon). E l'incontro sognato con Kerstin (Giulia Achilli). Il libro "Donne" contiene 39 racconti alcuni autobiografici come quelli dei minifilm, altri inventati. Io sono una lettrice di Camilleri da quando ho letto una raccolta dei suoi romanzi sul "Commissario Montalbano" e se non avete visto questi minifilm vi consiglio il libro perchè è un inno alle donne, donne emancipate, libere e moderne per l'epoca non passive e remissive. W le donne!!
SERIE TV
Sto guardando la serie di "UN MEDICO IN FAMIGLIA" e di "SQUADRA ANTIMAFIA". Di entrambe non sono una fan, non le ho mai viste dall'inizio ("Il medico" l'ho vista a partire dalla nona stagione", "Squadra Antimafia" da questa stagione) non sono cresciuta con i loro personaggi e alcune volte mi impiglio nelle loro dinamiche famigliari o nelle storie passate dei protagonisti (ma quanti figli ha Lele cioè Giulio Scarpati???). Però entrambe mi piacciono, "Il medico in famiglia" per la sua vena comedy, e "Squadra Antimafia" per il mix poliziesco/azione senza dimenticare ovviamente il nuovo e bel ispettore Carlo Nigro (Giulio Berruti).
VOI LE GUARDATE QUESTE SERIE?
REALITY SHOW:

Pronosticavo che questa edizione di "Pechino Express" fosse più scoppiettante delle precedenti ed è stato così! Mattatrici Tina Cipollari (l'amato personaggio conosciuto ai più per Uomini&Donne) e Lory Del Santo. Tina non gli interessa vincere la gara, vuole mangiare la pizza ma non ha soldi, si vuole fermare in pasticceria e bere una birra (sei troppo forte!) insomma #Tinabongustaia. Lory litiga con il fidanzato, elenca le nuove esperienze fatte ("Non ho mai preso un autobus" sì perché Lory è famosa!! "Ho capito che le galline non sono oche", cosa? Lory si confonde tra un'oca e una gallina??). E per un pelo non viene eliminata dalla puntata diventando con il suo Mark la coppia dormiente in incognita! E non dimentichiamoci la truccatrice Silvia Farina, una Alice nel paese delle meraviglie sperduta in Colombia. Io la trovo troppo simpatica! Ne vedremo delle belle ne sono sicura. A presto!👋

























sabato 10 settembre 2016

UN POMERIGGIO ALLA PRESENTAZIONE DELLA COLLEZIONE DI MODA GENTRYPORTOFINO NEL PALAZZO DUCALE DI MANTOVA TRA FIABA E REALTÀ

In questi giorni a Mantova si sta svolgendo il Festival della Letteratura e ci sono tanti eventi a cui partecipare. Una mia amica che non vedevo da mesi, mi ha invitato alla presentazione di una rivista su Ludovico Ariosto, con annesso intervento di Vittorio Sgarbi su l'Orlando Furioso, ma soprattutto successivamente ALLA PRESENTAZIONE DELLA COLLEZIONE PRIMAVERA-ESTATE 2017 GENTRYPORTOFINO, LA MAISON DEL CASHMERE, CHA HA PARTECIPATO ANCHE ALLA MILANO FASHION WEEK! Aggiungeteci pure che tutti e due gli eventi si sarebbero svolti nella location del Palazzo Ducale, reggia dei Gonzaga di Mantova, ecco la foto che ho scattato prima della sfilata,
ho accettato al volo. Io non sono mai andata ad un evento del genere, ma dato che non veniva richiesto nessun dress code, ho deciso di indossare la maglia più bella che avevo nell'armadio (ecco la foto, la maglia raffigura un donna, non è Audrey Hepburn, ma ci assomiglia tantissimo😍)
e un paio di pantaloni neri. Ma appena arrivata a Palazzo Ducale alle 17, mentre stavo fuori dall'ingresso ad aspettare la mia amica, ho fatto subito una figuraccia! Quel giorno ero stata per tutto il tempo in giro per il Festival, avevo caldo e sono andata a comprare una bottiglietta d'acqua. Stavo sorseggiando rilassata sulla panchina, quando girandomi, si palesano davanti a me una coppia: lei in abito lungo nero, lui in giacca e cravatta con 30 gradi! che entravano nel Palazzo Ducale!!!! Volevo seppellirmi sotto i sassi di Piazza Sordello, sicuramente avevo sbagliato outfit: perché loro sembravano usciti da una puntata di "Downton Abbey" e io ero vestita da cocktail pomeridiano? Fortunatamente, successivamente ho visto altre coppie entrare vestite sobrie e così sono tranquillizzata, ognuno poteva vestirsi secondo il proprio gusto personale. Quei due, secondo me, avevano esagerato, non dovevano partecipare al festival di Venezia!! Ma non è finita qui: finalmente la mia amica arriva ma l'uomo all'ingresso del palazzo era reticente a farci entrare, non so se per la nostra giovane età o per l'abbigliamento, nonostante avessimo questo invito, piuttosto chiaro direi!
E per finire ci siamo perse nel Palazzo Ducale, luogo artistico che visito ogni anno, tra gite scolastiche e domeniche passate lì perchè l'entrata è gratis. Almeno siamo riuscite a visitare le splendide sale del palazzo😍 ecco quella dello zodiaco,
una delle mie preferite. Dopo la presentazione della rivista è arrivato il momento clou, la presentazione della collezione nel giardino pensile. Ecco il meraviglioso e rigoglioso giardino!
Le modelle che si mettevano in posa, erano immerse nel verde e nella pioggia dei flash dei fotografi (era impossibile trovare un buco per scattare), mentre gli abiti erano posizionati sugli stand in piccole salette o sui manichini! Guardate che classe: sia i capi sia l'ambientazione è da fiaba!😍


il vestiario è morbidissimo, GentryPortofino è un marchio che è stato fondato nel 1974 e si è piano piano affermato nel mondo fashion della moda grazie alla qualità estrema dei materiali come il cashemere, seta, merino, lino, cotone e viscosa e per il design di classe ed elegantissimo. Il Marchio Gentryportofino, ecco il sito ➡ http://gentryportofino.it/
ha lo showroom principale a Milano ma vanta boutique in tutte le più prestigiose città italiane e turistiche e alcune collezioni sono state create anche da Gianfranco Ferrè. Ad abbellire la collezione, oltre all'ambientazione, brillava anche il cocktail e il buffet accompagnato da camerieri in livrea che si fermavano con i vassoi a farti assaggiare le specialità Mantovane (come la sbrisolona yummy😋). Chi si aspettava di assistere ad un evento così chic? Gli abiti sono molto classici per una ventenne come me, però mi ha fatto piacere toccare con mano questi capi! Prossimo passo? Assistere ad una vera sfilata in passerella, chissà se ne avrò l'occasione! VOI AVETE MAI ASSISTITO AD UNA SFILATA O AD UNA PRESENTAZIONE STATICA DI UNA COLLEZIONE DI MODA?

mercoledì 7 settembre 2016

RECENSIONE FILM "ALLA RICERCA DI NEMO" E "RUSH" DI RON HOWARD ➕ PRESENTAZIONE DI UN BLOG AMICO

Buon pomeriggio a tutti!👋 Sto scrivendo le recensioni dei film che ho visto quest'estate, iniziamo da due film che mi sono piaciuti tantissimo!❤ Iniziamo con...
ALLA RICERCA DI NEMO (2003)
In attesa del sequel "Alla ricerca di Dory", che uscirà nei nostri cinema il 15 settembre, lunedì ho rivisto su Rai2 il film d'animazione "Alla ricerca di Nemo"! 😍😍 La storia penso la conoscete tutti. Una covata di pesci pagliaccio viene distrutta dall'attacco di un feroce barracuda. La mamma muore e sopravvivono solo il papà Marlin e un piccolo che viene chiamato Nemo. Nemo cresce e il padre è molto apprensivo nei suoi confronti, mentre lui vuole la sua libertà (e non ha tutti i torti, è un pesce adolescente). In più avendo una pinna atrofizzata, il padre si preoccupa molto per lui. Un giorno però Nemo viene catturato da un dentista appassionato di pesca subacquea e viene imprigionato in un acquario. Ora Marlin deve vincere il timore del mare aperto per salvare Nemo. Per fortuna ad aiutarlo arriva Dory, un pesce femmina simpaticamente smemorata. "Alla ricerca di Nemo" è un capolavoro partorito dall'unione tra Disney e Pixar, le case d'animazione e di grafica digitale più famose di sempre. Da un inizio alla "Bambi", la madre di Nemo muore, il film si concentra sul rapporto tormentato tra un padre troppo premuroso e un figlio ribelle che ha fretta di crescere, ma è anche insicuro, perchè "diverso". Dinamiche che abbiamo passato tutti noi nel periodo dell'adolescenza, quando ci siamo sentiti degli alieni sulla terra e ci ribellavamo ai divieti dei nostri genitori. Guardando "Alla ricerca di Nemo" sembra proprio di immergerci nei fondali da cartolina dove vivono i pesci, l'oceano sembra reale e popolato da creature espressive ognuna con la propria particolarità. Tra queste troviamo lo squalo che si proclama vegetariano perchè non vuole uccidere più nessun animale ma non si trattiene dal richiamo del sangue e la tartaruga Scorza che si rivolge a tutti con un "Ciao bello"! . Il mio personaggio preferito è Dory, la pesciolina buffa e smemorata
con la sua amnesia che le fa continuamente dimenticare le cose, (ad esempio stravolge il nome Nemo in Romolo o Ugo). Nel sequel scopriremo le origini riguardo questa perdita di memoria, conosceremo i suoi genitori e scopriremo perchè capisce il "balenese". Da fan del cartoon non vedo l'ora che esca il sequel, "Alla ricerca di Nemo" è uno dei primi film che ho visto al cinema forse per questo mi ha colpito subito. E l'anno scorso con i punti della Coop ho preso i peluche di Dory e Nemo, eccoli in foto!😍 Comunque il primo film si merita un bel 9!❤
RUSH (2013) DI RON HOWARD
Un'altro film che ho visto in questi giorni è Rush che racconta l'intensa rivalità tra i piloti di Formula 1 più celebri degli anni 70, l'austriaco James Hunt e l'inglese Niki Lauda, interpretati rispettivamente da Chris Hemsworth e Daniel Brühl. La loro rivalità diventerà storica. Io non sono appassionata di Formula 1 ma adoro le biografie e le storie vere, quindi se le apprezzate come me, il film fa per voi! Infatti questo film mi ha colpito per accuratezza dei particolari, a partire dai protagonisti del film che sono quasi identici ai veri Hunt e Lauda. Inoltre le corse automobilistiche sembrano ricreate dal vivo in ogni dettaglio, tanto da farci assistere veramente ad una gara automobilistica. LA RECENSIONE COMPLETA DEL FILM LA TROVATE QUI ➡ http://www.iltermopolio.com/cinema/rush
nell'articolo che ho scritto domenica per la rivista online il Termopolio. VOTO 8
E per concludere VI VOGLIO PRESENTARE UN NUOVO BLOG AMICO!❤ LEI È APPASSIONATA DI POESIA E ADORA I GATTI, QUINDI NON POTEVA NON FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI GATTARACINEFILA😽. SEGUITE https://hanacchidiary.wordpress.com/
A PRESTO!👋







domenica 4 settembre 2016

NUOVO POST DELLA RUBRICA "UNA ZAMPA SUL CUORE": ELISA DI http://katsbags.wordpress.com/ CATLOVERS😽❤ ED AMANTE DEGLI OGGETTI KAWAII

Inizia settembre e ritorna sul mio blog una delle rubriche più amate dagli amanti dei gatti: le interviste di "Una zampa sul cuore"!😍❤ La protagonista questa volta è la toscana Elisa di https://katsbags.wordpress.com/ (seguite questo variegato blog, non ve ne pentirete!),
una ragazza dolcissima amante dei felini, (vedi questa bellissima foto), dell'Oriente, dello shopping (come tutte le donne d'altronde!). Ma lasciamo la parola a lei!
PRESENTATI AGLI AMICI DELLA BLOGOSFERA CHE ANCORA NON TI CONOSCONO E PARLACI DELLE TUE PASSIONI..
Sono Elisa, ho 28 anni appena compiuti e sono laureata in giurisprudenza.  Ho la passione per tutto ciò che è vintage perchè mi affascina l'idea di scoprire la storia degli oggetti con cui vengo a contatto e, con un pò di fortuna, riuscire a trovare dei veri e propri tesori. In particolare mi interessano molto gli accessori come borse, spille e orologi
che acquisto con cura
per abbinarli ad abiti moderni ( mi piace molto il contrasto nuovo/vintage). Frequento anche il mondo delle fiere di Comics, dove acquisto e cerco soprattutto prodotti giapponesi e kawaii ed ho anche il piacere di presentare la gara cosplay del Pistoia "Non Solo comics", esperienza molto bella che spero di ripetere anche quest'anno. Sono anche un'amante dei gatti fin da quando avevo 5 anni, amore che è nato con la mia prima gatta di nome Regina che è stata con me per ben 17 anni. Oggi i gatti della mia vita sono ben 3 : Macchietta, Kiki e Zelda.
INTERESSANTI I COSPLAY, UNA MIA AMICA LI ADORA E UNA VOLTA L'HO ACCOMPAGNATA AD UNA FIERA. PARLIAMO DEL TUO BLOG: DI COSA TRATTA E PERCHÈ SI CHIAMA COSÌ?
Il mio kats&bags fashion&kawaii blog https://katsbags.wordpress.com/ (ecco il logo)
unisce tutte le mie passioni che vi ho appena descritto e lo stesso nome kats&bags fa riferimento proprio ai gatti e alle borse. Molti degli articoli sono infatti dedicati proprio alle mie borse che amo collezionare e fotografare. Inoltre potete trovare articoli sugli acquisti settimanali o mensili vintage e non, o quelli giapponesi delle fiere con qualche approfondimento sul mondo manga. Ho un'apposita sezione per le recensioni di vari prodotti, soprattutto handmade o comunque dalle caratteristiche peculiari. Come spesso scrivo, infatti, "fashion si ..ma al giusto prezzo" e con i prodotti realizzati artigianalmente, tutti possono essere alla moda senza spendere troppo, basta saper scegliere bene, e così cerco di dare una mano a chi legge individuando i prodotti più in linea con le tendenze del momento. Quando vado ad una fiera mi piace fotografare i cosplayers presenti che maggiormente mi hanno colpito e raccogliere le foto sul mio blog perchè, anche se non pratico questo hobby, ammiro chi con passione e capacità e vi dedica il suo tempo con bellissimi risultati. Nel mio blog è presente anche la sezione Viaggi, curata dalla speaker radiofonica Lara Artieri ( "La Peregrina"), con la quale collaboro fin dalla nascita del mio blog, e che grazie ai suoi utilissimi articoli, dispensa sempre graditi consigli sugli ultimi eventi in Italia o le mete da visitare in tutto il mondo.
MOLTO VARIO IL TUO BLOG, COMPLIMENTI!❤ ORA VENIAMO ALLA DOMANDA CULT: "PRESENTACI LE TUE FANTASTICHE GATTE"...😽❤
Come vi ho già anticipato la mia passione per i gatti mi accompagna fin da quando ero piccola. Il gatto è un animale che sceglie con cura a chi concedere le sue attenzioni e il suo affetto, un pò proprio come me. La mia gatta Macchietta è una tricolore di 9 anni,
uncome tutti i gatti di appartamento adora dormire e ha qualche chiletto di troppo ma quando  mi vede ha sempre voglia di giocare con me, anche alle ore meno appropriate. All'inizio non amava molto il contatto fisico e non si faceva  mai prendere in braccio, ma crescendo è diventata più affettuosa e appena mi metto sul letto o sul divano si posa sulle mie gambe. Adora molto anche posarsi sulla tastiera del mio portatile...
Zelda e Kiki invece sono le gatte del mio ragazzo e passo moltissimo tempo con loro.
Zelda ha circa un anno e mezzo,
ed è stata adottata da una colonia felina gestita dalle volontarie della nostra città. I primi giorni sono stati i più duri perchè si nascondeva sempre e aveva paura un pò di tutto. Quando, però ha capito che era a casa sua, pian piano ha iniziato ad avvicinarsi è molto affettuosa anche con le persone che non conosce. Con l'arrivo di Kiki si è dimostrata molto dolce perchè, pur non conoscendola l'ha accolta come una mamma. Kiki è arrivata con noi ad appena 10 giorni, quando il mio ragazzo l'ha trovata tremolante sul ciglio di una strada molto trafficata. L'ha accudita dandole il latte e l'ha curata avendo gli occhini malati che fortunatamente si sono ripresi (ecco Kiki ed Elisa, in bianco e nero!).Abbiamo deciso di chiamarla kiki come la protagonista del film di Miyazaki "Kiki consegne a domicilio" dove appare un gatto nero come lei di nome Gigi.
Oggi è una bella gattina di 3 mesi, un pò iperattiva e molto giocherellona. Insieme a Zelda passano le giornate a dormire quà e là e soprattutto a giocare e rincorrersi.
SONO TUTTE ADORABILI E POI AMO I GATTI NERI!😍 HAI DETTO CHE HAI LA PASSIONE PER IL GIAPPONE! DA DOVE NASCE CIÒ?
Il Giappone è un paese che spero di poter visitare in futuro nonostante il mio poco amore per l'aereo. Quando vado alle fiere ho sempre molta difficoltà nello scegliere cosa acquistare perchè mi piace tutto, ma acquisto soprattuto oggetti giapponesi e da li è nata la mia passione. Al momento, oltre a qualche oggetto kawaii che non può mancare, preferisco scegliere oggetti di Sailor Moon, serie che amo fin dalla mia infanzia da aggiungere a quelli già in mio possesso e Nyanco Sensei, il gattone che assomiglia alla mia gatta Macchietta, ecco il link del post https://katsbags.wordpress.com/2016/01/09/my-cat-is-the-real-nyanco-sensei/
che come lei ama mangiare, del manga "Natsume degli spiriti". Ultimamente, grazie al mio blog, ho avuto il piacere d di collaborare con una kawaii box tutta particolare a tema gatti - Love Meow Kawaii Box con prodotti kawaii  che amo particolarmente (ecco il link https://katsbags.wordpress.com/2016/08/11/discovering-my-lovemeow-box/

Japan Box con cibi e dolciumi giapponesi che mi sono divertita ad assaggiare e provare con i miei amici.
SEGUITE ELISA ANCHE SU INSTAGRAM ➡ @kats_bags_blog





giovedì 1 settembre 2016

31 AGOSTO PAGELLINA LOOK FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA 2016




Non sono mai andata al Festival del Cinema di Venezia, ma almeno una volta nella mia vita, vorrei assistere a qualche proiezione cinematografica, ammirare le star e i loro meravigliosi abiti! Ma per quest'anno mi accontento di documentarmi sulla cerimonia attraverso la Tv ed internet. Ieri è iniziata la 73esima edizione con il film "La la land" con Emma Stone e Ryan Gosling, un musical che ha incantato il pubblico. La trama? Mia (Emma Stone) barista alla caffetteria degli studi Warner che sogna di fare l’attrice, anche se viene regolarmente bocciata a tutti i provini, incontra Sebastian (Ryan Gosling), pianista innamorato della musica jazz che vorrebbe suonare in un suo club ma che si scontra con i gusti di chi detta legge sul mercato. E per questo è quasi sempre disoccupato. I due si incontrano per caso, si perdono, si ritrovano, naturalmente si detestano, ballano e cantano e si scoprono innamorati l'uno dell'altro. Ma se i loro sogni si realizzeranno, la loro relazione continuerà? Al lido si è presentata solo Emma Stone (Ryan Gosling stava girando un film) che ha indossato un abito lungo e scintillante color ghiaccio, caratterizzato da un top e una gonna di frange sottili, firmato Atelier Versace.
L'abito mi ha ricordato quello di una ballerina di Charleston anni 20, uscita dal film "Il grande Gatsby", ma Emma è molto elegante, i capelli rossi le donano molto e mettono in risalto gli occhi verdi. VOTO: 8 Per il photocall invece, ha indossato un minidress rosa e verde prato, molto primaverile e "petaloso" con decorazioni floreali di Giambattista Valli. Io non amo il colore verde, ma Stone è sicuramente promossa. VOTO 7



Protagonista dell'apertura anche la madrina del festival di Venezia 2016, Sonia Bergamasco, che ha calcato la passerella con un elegante abito lungo color nude, completamente ricamato con perline di Armani Privé. Carino, ma si confonde con la carnagione pallida dell'attrice, avrei scelto un abito più vivace. VOTO: 6
Precedentemente Bergamasco ha fatto il consueto bagno inaugurale nelle acque veneziane, anche questa volta optando per ub Armani con un completo composto da top e gonna lunga, metallica e plissettata. Bel look, più sbarazzino rispetto al red carpet. VOTO: 7
Un'altra star che si è divertita a sguazzare nelle acque veneziane, questa volta per un servizio fotografico, è la modella Barbara Palvin, che ricorda una delicata bellezza appena uscita dalla primavera di Botticelli!

Sul tappetto rosso ha sfoggiato un vestito bianco halter neck con scollatura e gonna a balze. Promossa! VOTO: 7
Anche la top model Bianca Balti era presente a Venezia, indossando un abito fuori dal comune, un trench asimmetrico, legato in vita, di colore nero, che fa parte della speciale capsule collection che Jean Paul Gaultier ha firmato per Oviesse.
Secondo me il look è troppo severo, complice l'acconciatura, sembra una maestrina cattiva ma seducente. VOTO 6
Passiamo alle attrici italiane: Valentina Lodovini, sceglie il semplice ed elegante color bianco (vedi foto)
(guarda che novità, va bene indossare look sobri anche a causa della tragedia che ha scosso il Centro Italia, ma un minimo di colore non guasterebbe). VOTO: 6,5 E Cristiana Capotondi al lido per il film "Tommaso" con Kim Rossi Stuart, per l’occasione ha scelto un vestito nero di Miu Miu, con top caratterizzato da fiori, bella ma nulla di speciale. VOTO: 7
E concludiamo con Anna Safroncik, che ha scelto un abito vitaminico (giallo canarino) da dea greca.
A me ricorda l'abito giallo indossato da Anastasia nell'omonimo cartone!
È uno dei migliori look finora indossati sul red carpet. VOTO 8,5