sabato 26 settembre 2020

SERIE E LIBRI DI SETTEMBRE: LE ANTICIPAZIONI DELL'ALLIEVA 3 + DUE LIBRI STORICI DI IO ME LO LEGGO + DUE LIBRI CONTEMPORANEI DI I READ IT

Domenica 27 settembre su RaiUno alle 21:25 vanno in onda i primi due episodi della terza stagione della serie tv "L' Allieva", tratta dai libri "Arabesque" e "Un po' di follia in primavera" di Alessia Gazzola. Ora Alice (interpretata da Alessandra Mastronardi) è medico legale e sta per sposare Claudio (Lino Guanciale). Intanto all'istituto arriva un nuovo direttore Andrea Manes (Antonio Liskova) e Alice diventerà la sua assistente personale. Non sarà semplice per lei dividersi tra carriera ed amore e a movimentare la situazione arriverà anche Giacomo, il fratello di Claudio (Sergio Assisi), dal carattere completamente opposto a lui. A risolvere i casi gialli ritroveremo il PM Sergio Einardi (Giorgio Marchesi) e il vice questore che è un'amica di vecchia data di Alice, Silvia Barni (Chiara Mastalli) affiancata dall’agente Visone (Fabrizio Coniglio).


A me piace molto questa fiction perchè riesce a miscelare il genere giallo con quello rosa e i personaggi sono credibili (è impossibile non immedesimarsi e affezionarsi alla simpatica e un po' imbranata Alice Allevi) e non rimanere conquistati dal fascino di CC. Quindi sono curiosa di guardare questa terza stagione!
VOI SEGUITE LA SERIE TV "L'ALLIEVA?"

Per quanto riguarda i libri della collana editoriale Io Me Lo Leggo il 14 settembre sono usciti

BEATI I POVERI DI SPIRITO di Matteo Magnani 

Pagine
: 153 

Prezzo: ebook 1,99 euro; cartaceo 13,00 


Trama: siamo nella campagna mantovana, negli ultimi anni del Regno Lombardo-Veneto. Il Grande Fiume è un confine, una risorsa e, insieme, una maledizione a cui non si può sfuggire. Quando un oscuro funzionario di un Impero ormai agli sgoccioli si sente beffato e reagisce, la tragedia è dietro l'angolo. Invano parroci, patrioti ed avvocati si opporranno agli avvenimenti. Invano daranno fondo ognuno alla propria arte per cercare di bloccare un meccanismo che nessuno riesce se non a rallentare e che continuerà a macinare sorti, vite e speranze, insensibile e inarrestabile come la corrente del fiume.

Per maggiori info

https://www.amazon.it/Beati-Poveri-Spirito-Io-leggo-ebook/dp/B08H7R55YL/ref=sr_1_3?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=29QQ2NI431K16&dchild=1&keywords=io+me+lo+leggo+pubme&qid=1599816743&sprefix=io+me+lo+leggo+%2Caps%2C227&sr=8-3

IL MORMORIO DEL PIAVE di Irene Milani 

Pagine: 100

Prezzo: ebook 1,99 euro; cartaceo 9,00 euro 


Trama: Aldo e Agnese, due giovani vissuti al tempo della grande guerra. Ad accomunarli Palazzo Durini, Milano, che lui frequenta perché amico del nipote della prestigiosa famiglia; lei perché da sempre al servizio come cameriera. Un amore, il loro, che la società di allora non è pronta ad accettare.
Attraverso la loro voce il lettore ripercorre gli anni che vanno dal 1913, quando il conflitto non è ancora immaginabile, alla battaglia di Vittorio Veneto. Una narrazione che alterna il punto di vista privilegiato di lui a quello di lei, che incarna la voce della gente comune. 

Per maggiori info

https://www.amazon.it/mormorio-del-Piave-Io-leggo-ebook/dp/B08H6YVH3P/ref=sr_1_11?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=29QQ2NI431K16&dchild=1&keywords=io+me+lo+leggo+pubme&qid=1599817149&sprefix=io+me+lo+leggo+%2Caps%2C227&sr=8-11



Se invece preferiti i romanzi contemporanei, per la collana I Read It, il 25 settembre sono usciti


LE DONNE DEL FIUME
 di Tala Masca

Pagine: 177

Prezzo: ebook 1,99; cartaceo 14,00 


Trama: in Sardegna, dove il potere matriarcale ha messo in riga la prepotenza dei padri, le figure femminili più forti stanno tra realtà e mitologia. Le Bruje e le Coghe si aggirano come donne normali, influiscono su scelte e decisioni, ma possono prendere forma animale e spostarsi da un luogo all’altro in un battito di ciglia. Il cattolicesimo, con lo scopo di sottometterle, le ha relegate al ruolo di strega malvagia, ma il nostro retaggio pagano le ha mantenute sacre.  
Diego è un uomo di successo, indipendente dalla sua famiglia d'origine e felicemente sposato con Monia, che ancora lo attrae dopo dieci anni di matrimonio. Il giorno del suo trentaseiesimo compleanno, tuttavia, la vecchia cicatrice che gli deturpa il fianco inizia a bruciare come fuoco e una donna fino ad allora sconosciuta gli compare nella memoria prendendo possesso dei suoi ricordi più remoti. Si trova poi costretto a tornare a casa per la morte del padre, ma soprattutto per ritrovare questa donna che lo attira nel luogo natio da cui era fuggito quasi vent'anni prima: un paese rurale ricco e silenzioso, in cui un lungo muro di fango, paglia e pietre dietro la chiesa parrocchiale funge da barriera alla dissoluzione. Sono due le donne che hanno vissuto oltre questa chiusura: le donne del fiume.

LA STRADA E' IN SALITA MA LA VISTA E' GRANDIOSA di Samanta Demuru

Pagine
 253 

Prezzo: ebook 1,99; cartaceo 15 euro 


Trama: Railey vede tutto nero dopo la morte di suo fratello. Una vita complicata, piena di problemi e di segreti di famiglia. Tutto cambia quando incontra Luke, aspirante vigile del fuoco e suo angelo custode. I loro destini sono intrecciati, una nuova vita sembra attendere Railey... ma il passato torna sempre a minare il presente! 
VI INCURIOSISCONO QUESTI LIBRI?

domenica 20 settembre 2020

"THE EXHIBITION" LA MOSTRA DEDICATA AL MAESTRO DEL BRIVIDO DARIO ARGENTO IN ONORE DEI SUOI 80 ANNI. TRA I SUOI FILM VOI QUALE PREFERITE?

Il 7 settembre il famoso regista horror Dario Argento ha compiuto 80 anni e in suo onore il Museo Nazionale del Cinema di Torino gli dedicherà la mostra "Dario Argento - The Exhibition", che verrà allestita all’interno della Mole Antonelliana e sarà inaugurata nel mese di febbraio 2021 per poi proseguire fino a giugno (il progetto era previsto nell'autunno 2020 proprio per il compleanno del regista ma è slittato a causa del Coronavirus).


Oggi vi presento in forma rielaborata il comunicato stampa dell'evento 👇

"La Mostra è un doveroso omaggio a uno dei grandi autori del cinema italiano e conosciuto in tutto il mondo, che ben si sposa con l’anima misteriosa e magica della Mole Antonelliana e di Torino" afferma Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema. 
"The Exhibition" ripercorrerà la lunga carriera di Argento, proponendo un viaggio nel cinema cult del maestro del brivido attraverso tutti i suoi film da "L'uccello dalle piume di cristallo" del 1970, il primo che ha diretto e sceneggiato, ispirato al romanzo La statua che urla di Fredric Brow


fino a "Dracula 3D" del 2012, libera trasposizione cinematografica del celebre romanzo di Bram Stoker,


con centinaia di immagini, fotogrammi e fotografie inedite, installazioni, oggetti di scena, musica, manifesti, costumi, video (con testimonianze di collaboratori e fan illustri), memorabilia, raffronti con le produzioni televisive e cinematografiche odierne. Dario Argento ha imposto uno stile influenzato dal cinema espressionista, dalla Nouvelle Vague, dai film noir e dell'orrore, dai polizieschi, dagli spaghetti-western, da Hitchcock, Antonioni, Fellini talmente innovativo da essere stato variamente omaggiato (De Palma, Tarantino, Carpenter solo per citarne alcuni) e imitato, ma mai uguagliato. Il suo nome è conosciuto oggi internazionalmente per il contributo personale e moderno che, fin dai primi titoli da lui diretti, ha saputo dare al thriller, al giallo e all'horror. Infatti utilizza spesso nei suoi film originali tecniche di ripresa, dà molto importanza ai dettagli e alla fotografia, usa una colonna sonora allucinante, rumori amplificati, ricorre al montaggio alternato, alla scarsità dei dialoghi, all'interesse per le psicopatologie e descrive in maniera dettagliata le azioni dell'assassino che veste quasi sempre con impermeabile, cappello e guanti di pelle.
"Con questa mostra - affermano i due curatori Domenico De Gaetano e Marcello Garofalo - intendiamo sottolineare non tanto le valenze horror e sanguinolente del suo cinema, quanto la complessa e raffinata composizione visiva delle immagini che lo pongono come uno dei grandi maestri del cinema contemporaneo, punto di riferimento per generazioni di registi cinematografici fino alle serie televisive di questi ultimi anni".
Il legame tra Dario Argento e Torino è molto stretto. In questa città ha girato le sue prime opere e "Profondo rosso", da molti considerato il suo capolavoro che è stato recentemente votato come il migliore lungometraggio di finzione girato sotto alla Mole, secondo un sondaggio realizzato dalla rivista Ciak.
 

Argento dice "Questo riconoscimento del Museo del Cinema di Torino mi entusiasma in particolar modo, non solo perché si svolgerà in una città da me molto amata, dove ho avuto modo di girare diversi film, ma anche perché è organizzata in una sede prestigiosa, simbolica quale è la Mole Antonelliana. Mi pare un modo straordinario per far conoscere anche ai più giovani l'intero mio percorso cinematografico, accompagnandoli all'interno del mio "cinema idealista", fatto di incubi, sogni e visioni, dove la grigia realtà non è mai arrivata e mai ci arriverà."

Per informazioni

www.torinocittadelcinema2020.it

Io, non amando il cinema horror, non ho mai visto un film di Dario Argento ad eccezione di alcune scene. Voi avete visto i suoi film? Qual'è il vostro preferito?

lunedì 14 settembre 2020

RECENSIONE DEL FILM "OCEAN'S 8" CON UN CAST STELLARE TUTTO AL FEMMINILE

 Mercoledì scorso ho guardato in tv "Ocean's 8" , film del 2018 diretto da Gary Ross, sequel e spin-off al femminile della trilogia "Ocean's".


La truffatrice Debbie Ocean (Sandra Bullock), sorella del defunto Danny Ocean, convince Lou (Cate Blanchett), ex partner criminale, ad unirsi a lei per rubare il Toussaint, una collana di diamanti di Cartier da 150 milioni di dollari, durante l'imminente Met Gala. Le due coinvolgono nella rapina anche l'eccentrica stilista decaduta Rose Weil (Helena Bonham Carter), la gioielleria Amita (Mindy Kaling), la bellissima (anche con il look da "scappata di casa") hacker Palla Nove (Rihanna), la borseggiatrice Costance (Awkwafina), Tammy (Sarah Paulson) madre di famiglia che rivende la merce rubata nella sua casa e l'attrice Daphne (Anne Hathaway), l'unica complice inconsapevole (infatti proprio lei indosserà il famoso collier). 

"Ocean's 8" inizia con la presentazione delle otto protagoniste, successivamente viene mostrato a noi telespettatori il minuzioso piano per entrare sotto copertura nel sorvegliatissimo Metropolitan Museum of Art di New York City e durante la seconda parte, in mezzo a favolosi gioielli e a strepitosi abiti da sera, "la banda" mette finalmente in atto la rapina.
 

Coinvolto suo malgrado perché ha un conto in sospeso con Debbie anche il mercante d'arte Claude Becker, interpretato da Richard Armitage, ma qui purtroppo non sfodera il fascino e la cattiveria di Guy di Gisborne il personaggio che ha interpretato nella serie tv "Robin Hood" (vedi la prima foto) 👇 


"Ocean's 8" è un film carino ma non all'altezza dei precedenti film della saga "Ocean's", infatti manca un po' d'azione, di umorismo, qualche colpo di scena e a prevalere sono soprattutto le scenografie e gli abiti da sera (firmati Givenchy, Alberta Ferretti, Valentino, Dolce & Gabbana, Prada), piuttosto che le performance delle attrici. Su tutto il cast spicca Anne Hathaway, che interpreta la parte dell'attrice svampita ma in realtà non lo è affatto. 
VOTO 6 +
VOI AVETE VISTO QUESTO FILM?

giovedì 10 settembre 2020

3 SERIE CRIME DA GUARDARE A SETTEMBRE + RECENSIONE DI "BODYGUARD" CON RICHARD MADDEN

NERO A METÀ 2" IN ONDA DA STASERA SU RAIUNO ALLE 21:20 


Dopo quasi due anni dalla prima stagione, stasera giovedì 10 settembre andrà in onda sul piccolo schermo la seconda stagione di "Nero a metà", fiction poliziesca diretta da Marco Pontecorvo. Nelle sei nuove puntate (per un totale di dodici episodi) Carlo Guerrieri (interpretato da Claudio Amendola) continuerà a lavorare con il poliziotto Malik Soprani (Miguel Gobbo Diaz) con cui è in conflitto a causa delle differenze caratteriali. Inoltre Malik ha avuto una relazione con Alba, medico legale e figlia di Carlo e ora il giovane vuole riconquistarla. Nei nuovi episodi della serie i tre affronteranno, come nella prima stagione, diversi casi polizieschi molto attuali, legati alla cronaca, ai pregiudizi e alle difficoltà legate all'integrazione e alla diversità, gli stessi pregiudizi che deve combattere ogni giorno Malik che ha la carnagione scura (è originario della Costa d'Avorio). Per leggere le altre anticipazioni della serie ecco l'articolo che ho scritto per il Termopolio 👇

https://www.iltermopolio.com/cinema/anteprima-della-seconda-stagione-della-serie-tv-poliziesca-nero-a-meta-2


"NCIS" (17esima stagione) E "ROOKIE" (2 stagione) IN ONDA SU RAIDUE DA VENERDÌ 11 SETTEMBRE
 


Continuano con un episodio a settimana le indagini della squadra di agenti speciali del dipartimento della Marina degli Stati Uniti che si occupa di casi criminali ed investigativi che coinvolgono i militari. E successivamente verrà trasmessa la seconda parte di stagione (sempre con un episodio a settimana) di "Rookie", serie che segue i casi affrontati dalle matricole del dipartimento di polizia di Los Angeles e con protagonista l'attore di "Castle" Nathan Fillion.

RECENSIONE DELLA SERIE TV "BODYGUARD" CON RICHARD MADDEN 


Tempo fa vi avevo presentato l'anteprima della serie "Bodyguard" con protagonista Dave (Richard Madden, Rob Stark in  "Il trono di spade"), un veterano di guerra, che una volta tornato nel Regno Unito sventa un attacco terroristico su un treno e per il suo eroico gesto viene promosso a capo della sicurezza del Ministro Julia Montague (Keeley Hawes, Louisa in "I Durrell - La mia famiglia e altri animali" ). La donna però ha posizioni politiche opposte a quelle dell'ex soldato ed è favorevole alla guerra in Medio Oriente, ma nonostante le divergenze tra i due nascerà una storia d'amore.
"Bodyguard" è stata la serie più vista negli ultimi 10 anni in Inghilterra con picchi di dieci milioni di spettatori, ma il motivo di tutto questo successo per me rimane un grande mistero perché non ha spettacolari colpi di scena, c'è poca azione tranne quando un'attentatrice suicida vuole far saltare il treno dove viaggia Dave insieme ai suoi figli e c'è troppo spionaggio e politica. Gli attori poi sono abbastanza bravi, ma le loro interpretazioni non sono eccellenti, Richard Madden era più espressivo nei panni di Cosimo de' Medici nella serie Tv "I Medici", qui ha sempre la fronte corrucciata! Solo il colpo finale riscatta in parte la serie, però mi aspettavo decisamente di più, quindi non ve la consiglio.

VOI GUARDARETE QUESTE SERIE? VI È PIACIUTA "BODYGUARD"? 

venerdì 4 settembre 2020

IL FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS: PAGELLINA DEI LOOK DELLA PRIMA SERATA

Oggi inizio a dare i voti ai look che le star hanno sfoggiato nel primo giorno della 77esima edizione della Mostra del cinema di Venezia, un Festival diverso dal solito dove si devono rispettare le misure di prevenzione anti Covid- 19, tra distanziamento e mascherine. 

La presidentessa di giuria del Festival Cate Blanchett, sul tappeto rosso alle presentazione del film d'apertura, il dramma familiare "Lacci" di Daniele Luchetti, ha indossato un look riciclato di Esteban Cortazar (l'attrice aveva indossato lo stesso vestito nel 2015 all'anteprima del film "Carol").


Una scelta ecosostenibile che fa bene all'ambiente, brava Cate e poi l'abito è molto bello. VOTO 8,5

La madrina del Festival Anna Foglietta, invece, per la serata inaugurale ha scelto un abito Giorgio Armani Privé con il corpetto ricamato da perline.


Semplice ma molto elegante. VOTO 7

Ieri è arrivata in laguna anche Tilda Swinton, protagonista del corto "La voce umana" di Pedro Almodóvar e durante la serata ha vinto il Leone d’Oro alla carriera. Nelle sue interpretazioni è sempre bravissima mentre per quanto riguarda il look potrebbe migliorare, questo top + gonna firmato Chanel non mi convince molto.


Però originale la scelta di coprire il viso con una mascherina con manico come al carnevale di Venezia. VOTO 6

Non solo attori e attrici, ieri sul red carpet hanno sfilato anche la coppia di cantanti Elodie, reduce dal successo sanremese di "Andromeda" e dal tormentone estivo "Guaranà" e Marracash, fidanzati da un anno.


Lei ha scelto un vestito luccicante firmato Versace con spacco vertiginoso, un abito non adatto a tutte, ma con quel fisico si può permettere di indossare qualsiasi look.


VOTO 8

VOI CHI PREFERITE?

lunedì 31 agosto 2020

RECENSIONE DEL FILM TRATTO DA UNA STORIA VERA "LION - LA STRADA VERSO CASA"

Oggi vi presento la recensione di un film ambientato in parte in India, "Lion - La strada verso casa" tratto dal libro di memorie La lunga strada per tornare a casa, che racconta la storia vera di Saroo Brierley.


Saroo ha cinque anni ed è il secondogenito di una famiglia molto povera, così per sopravvivere aiuta il fratello maggiore Guddu a raccogliere il metallo.


Una notte il bambino viene lasciato a dormire per qualche ora su una panchina ma al risveglio non trova nessuno. In cerca del fratello sale per sbaglio su un treno deserto che lo condurrà a Calcutta, lontano ben 1600 chilometri da casa. Per Saroo inizia una dura lotta alla sopravvivenza sfuggendo da rapitori, pedofili, povertà e alla fine viene condotto tra migliaia di bambini abbandonati in orfanotrofio. Fortunatamente una coppia di australiani decide di adottare il bambino e Saroo parte alla volta della Tasmania dove cresce e diventa adulto non dimenticando mai le sue origini. Il suo passato però riaffiorerà solo dopo aver mangiato un dolcetto indiano che lo porterà alla ricerca della sua famiglia biologica.

"Lion - La strada di casa", candidato a sei premi Oscar, è un film che si può dividere benissimo in due parti: io ho apprezzato soprattutto la prima parte, quella più commovente ed intensa, con i sottotitoli (i dialoghi sono tutti in lingua hindi e bengali) e con protagonista il bravissimo ed espressivo Sunny Pawar.
La seconda parte l'ho trovata un po' noiosa. Saroo è afflitto dal senso di colpa perché è scomparso improvvisamente dalla sua famiglia, ma ci impiega troppi ANNI per decidere di partire per l'India in cerca delle sue origini (per fortuna lo sprona la fidanzata, interpretata da Rooney Mara).
 

E poi avrei accorciato la scena in cui il ragazzo fa le ricerche su Google Earth per cercare il suo villaggio natale (la scena dura mezz'ora!). Comunque tutte le performance degli attori sono eccellenti, dal protagonista Dev Patel a Nicole Kidman che interpreta Sue, la sua mamma adottiva, che instaura un bel rapporto con Saroo, facendoci riflettere su temi importanti come quello di adottare bambini che non hanno futuro nella loro terra natale,
 

ma anche bambini "difficili" come il fratello adottivo di Saroo che soffre di problemi comportamentali. Nella sfortuna Saroo ha avuto molta fortuna e la sua storia è davvero incredibile, chissà cosa sarebbe successo senza tecnologia e senza quel jalebi?
P. S . Da non perdere il finale con i filmati originali dei protagonisti. VOTO 7 +


giovedì 27 agosto 2020

TRA SUPEREROI, DELITTI E VAMPIRI ECCO I TRAILER DEI FILM CHE SONO USCITI E CHE USCIRANNO PROSSIMAMENTE NELLE SALE

È quasi settembre e da ora in poi sarò molto più attiva qui e sui social, anche perché ho comprato un cellulare nuovo (il mio vecchio telefono non aggiornava più le app!). 

Oggi vi presento alcuni film, due che usciranno nei cinema prossimamente e uno che è già uscito in sala (se non riuscite a visualizzare i trailer aprite la versione web del blog). Nel 2021 uscirà una nuova versione di Batman "The Batman" questa volta diretta da Matt Reeves e con Robert Pattinson nei panni di Bruce Wayne e dell'uomo pipistrello.
Nel cast compariranno anche Zoë Kravitz nel ruolo di Catwoman e come antagonisti Paul Dano (l'Enigmista,) e Colin Farrell (il Pinguino). Il film promette di essere molto cupo, ecco il trailer https://youtu.be/-FZ-pPFAjYY

Dopo il grande successo di "Assassinio sull'Orient Express" (2017), a novembre uscirà un nuovo adattamento cinematografico tratto da un libro di Agatha Christie, precisamente Poirot sul Nilo. Il film s'intitolerà "Assassinio sul Nilo" e sarà diretto sempre da Kenneth Branagh che interpreterà ancora una volta Hercule Poirot.
Il celebre detective durante una vacanza sul Nilo cercherà di risolvere un omicidio legato ad un triangolo amoroso. Nel cast spicca la Wonder Woman Gal Gadot  e Armie Hammer. Ecco il trailer https://youtu.be/HKLhx893-9o

Per tutti gli appassionati di film horror il 20 agosto è uscito nelle sale "Caleb", il film thriller/horror di Roberto D’Antona e prodotto da L/D Production Company che successivamente uscirà in Home Video, Digital e VOD da CG Entertainment. Il film di genere sovrannaturale tratta il tema dei vampiri ed è ambientato a Timere, un borgo immaginario geograficamente situato sulle Alpi ai confini con la Svizzera, ricreato grazie ai due bellissimi comuni piemontesi Vogogna (VB) e Oleggio (NO). La pellicola ha ottenuto inoltre l’importante supporto di grandi marchi come Emotional Grand Motel, Sidermetal e DRM Store. La protagonista della storia è Rebecca, una donna che è sulle tracce di sua sorella, una giovane giornalista scomparsa mentre stava indagando su una serie di incresciosi eventi. Le sue ricerche la conducono fino a Timere, un luogo remoto e lontano dal frastuono della quotidianità, un luogo in cui vige il rigore del silenzio e il timore di qualcosa di oscuro. Qui Rebecca incontrerà uno stravagante scrittore e il custode della chiesa del paese, ma soprattutto incontrerà Caleb, un uomo affascinante, ricco ed elegante il cui sguardo tenebroso nasconde un agghiacciante segreto. Ed è proprio in questo luogo, il cui tempo sembra muoversi tra le ombre e la minaccia è sempre all’erta, che presto Rebecca verrà a conoscenza di una terrificante verità e la lotta tra bene e male avrà inizio.
Sarà Annamaria Lorusso a vestire i panni della protagonista Rebecca, mentre Roberto D’Antona tornerà nel ruolo di antagonista interpretando l’affascinante e terrificante Caleb. Il resto del cast è composto da Francesco Emulo, Alex D’Antona, Natalia Moro, Nicole Blatto, Susanna Tregnaghi, Mirko D’Antona, Fabrizio Narciso, Sheena Hao, Erica Verzotti, Mirko Giacchetti, Carola Tallarico e Giulia Mesisca, oltre a giovanissimi talenti come Danilo Uncino e Alice Bonzani. Alle musiche troviamo Aurora Rochez, al make up e agli effetti speciali Paola Laneve, alla fotografia Stefano Pollastro, in veste di aiuto regista Daniele Ciceri e alla scenografia Erica Verzotti. Ecco il nuovo spaventoso trailer https://youtu.be/2JhG1c3wL4g

VI INCURIOSISCONO QUESTI FILM?