lunedì 21 agosto 2017

PRESENTAZIONE E RECENSIONE IN ANTEPRIMA DI "IN DUBIOUS BATTLE - IL CORAGGIO DEGLI ULTIMI" DI E CON JAMES FRANCO


Oggi nuova collaborazione con la Ambi, società di produzione americana che ha scritto appositamente per il mio blog la recensione di "In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi" diretto ed interpretato da James Franco, per pubblicizzare il film che uscirà nei cinema il 7 settembre. Io ho solo semplificato la trama.
TRAMA DI "IN DUBIOUS BATTLE - IL CORAGGIO DEGLI ULTIMI"

Siamo nel 1933, la crisi economica generata dal crollo di Wall Street costringe grandi masse di diseredati a muoversi lungo tutto il Paese, alla ricerca di occasioni di lavoro. Uno di loro, con la famiglia al seguito, raggiunge la California con i suoi pochi averi, attratto dalla possibilità di guadagnare una paga fissa di due dollari al giorno prospettata da un proprietario terriero per la raccolta delle mele. Una volta giunto sul posto, però, si trova di fronte ad una situazione del tutto imprevista, con il latifondista deciso a concedere non più di un dollaro al giorno ai raccoglitori, una paga che sarebbe del tutto insufficiente alle loro esigenze, soprattutto per chi ha una famiglia da mantenere. In questa situazione si scatena la ribellione dei lavoratori ma in un primo momento risulta troppo disorganizzata per poter provocare qualche effetto. Inoltre il partito Comunista, vede nella lotta a favore dei raccoglitori di mele una grande occasione per affermare la loro causa. Infatti se la protesta riuscisse a dare i frutti sperati, potrebbe rivelarsi soltanto l’inizio di un’ondata di scioperi in grado di promuovere la lotta di classe in California. Ben presto, però, vengono a formarsi due posizioni abbastanza contrastanti: da un lato c’è infatti Mac McLeod (James Franco), disposto a tutto pur di spingere i lavoratori a scioperare per favorire le future organizzazioni sindacali e il Partito Comunista senza contemplare le soluzioni intermedie, dall’altro Jim Nolan (Nat Wolff), il quale si dimostra del tutto lontano dal fanatismo del primo e vede nella lotta intrapresa il modo per migliorare le condizioni dei raccoglitori, senza secondi fini. Inoltre Nolan vuole confinare la lotta a a livello locale, sapendo che in caso contrario i lavoratori non ne avrebbero nulla da guadagnare. MacLeod, però, esagera fino ad arrivare a provocare l’incidente che dovrebbe scatenare i lavoratori e inasprire gli animi, sabotando la scala di cui uno di loro e provocherà una battaglia nella quale i raccoglitori di mele risulteranno inevitabilmente sconfitti.
RECENSIONE DEL FILM
Con "In Dubious Battle" James Franco riesce finalmente a raggiungere la piena maturità espressiva, al termine di un percorso che lo ha visto protagonista, nelle vesti di regista, di dodici opere. Se infatti in precedenza l’artista statunitense non era mai riuscito realmente a toccare vette espressive all’altezza delle ambizioni, stavolta sembra finalmente aver trovato la misura giusta. "In Dubious Battle" riesce a restituire le atmosfere del romanzo che lo ha ispirato, "La battaglia", considerato dalla critica letteraria una delle opere minori di John Steinbeck e in particolare di una Grande Depressione che ormai da decenni costituisce un tema di grande attrazione per il cinema statunitense. Franco è riuscito a cogliere lo spirito del romanzo, ma allo stesso tempo ad apportare un tocco del tutto personale all’opera, con risultati giustamente riconosciuti dalla critica cinematografica. Ma anche il resto del cast non è da meno. A partire proprio da Nat Wolff, il quale riesce a tenere testa e superare il suo più celebre collega, facendo del suo Jim Nolan una figura di grande rilievo, perennemente combattuto tra le necessità della lotta e la voglia di mollare tutto e dedicarsi ad una vita normale. Se Franco e Wolff monopolizzano la vicenda, non vanno però dimenticate alcune figure minori che danno il loro fondamentale contributo alla riuscita della pellicola, a partire da Selena Gomez, che interpreta una ragazza madre di cui proprio Nolan non tarda ad innamorarsi. Non meno di rilievo le prestazioni di una serie di primattori come Bryan Cranston, Sam Shepard, Ed Harris, Vincent D’Onofrio e Robert Duvall, che contribuiscono da par loro a rievocare le atmosfere cruente di cui furono teatro gli Stati Uniti negli anni della Grande Depressione. Ecco il trailer: https://www.youtube.com/watch?v=yoWxNfTsrJA&t=13s

venerdì 18 agosto 2017

16 AGOSTO ALLA FIERA DELLE GRAZIE DI CURTATONE

Il giorno dopo Ferragosto sono andata a visitare il borgo delle Grazie di Curtatone, sulle sponde del Mincio a pochi chilometri da Mantova, dove ogni anno si svolge l’Antichissima fiera delle Grazie con
"l'Incontro Nazionale dei Madonnari” che dal 1973 raccoglie ogni anno più di 150 artisti da tutto il mondo. I madonnari sono pittori che dipingono con gessetti colorati sull'asfalto, creando grandi riproduzioni di quadri famosi d'arte sacra o immagini di propria fantasia dedicate alla Madonna. L'anno scorso non ci sono andata ma vi ho spiegato nel dettaglio l'origine di questa antichissima manifestazione, oggi, invece, vi racconto nei dettagli la giornata che ho passato il 16 agosto. Dopo essere arrivata a Grazie con l'autobus, ho camminato nel primo pomeriggio sotto il sole cocente (sì la piazza del paese è completamente al sole), protetta da un grande cappello di paglia per ammirare e fotografare i dipinti realizzati sull'asfalto con i gessetti e il Santuario.
Consiglierei anche a coloro che non amano camminare di fare questo sforzo, magari in ore meno torride (alle 18 di sera) perché queste opere artistiche meritano molto. Ecco alcuni dipinti che ho fotografato!💖
Quest'anno non ho mangiato il cotechino (piatto tipico della fiera, c'è chi lo mangia all'alba, io ho la digestione lenta come una lumaca e poi fa troppo caldo, non fa per me 😂) allora ho gustato un risotto con la salamella, piatto tipico mantovano e mi sono rinfrescata con una granita ghiacciata a metà pomeriggio, dato le temperature elevate. Poi ho fatto una passeggiata in riva al lago e ammirato i fiori di loto (solo nei laghi di Mantova e in Oriente crescono questi splendidi fiori).
Si dice che i tuberi del fiore di loto siano stati introdotti da Anna Maria Pellegreffi, che, nel 1921 pensò di sfruttare la farina ricavata dai rizomi per l’alimentazione. Invece una leggenda più romantica fa risalire la nascita dei fiori di loto ad una storia d’amore in cui una giovane donna di origini orientali, morì cadendo nelle acque del lago in cui si stava specchiando e l’amato, disperato, prima di gettarsi nel lago per seguire la sorte dell’amata, vi sparse i semi del fior di loto, affinché il profumo e la delicatezza dei fiori che si aprono nella stagione estiva ricordassero per sempre il profumo e la dolcezza della sua amata.
Infine sono entrata nel Santuario affollato di pellegrini ad ammirare la Chiesa e ad osservare quel coccodrillo imbalsamato appeso al soffitto al centro della navata.
Ogni volta che lo guardo mi inquieta un poco!😂 VOI COME AVETE PASSATO FERRAGOSTO E I GIORNI SUCCESSIVI?


lunedì 14 agosto 2017

RECENSIONE FILM "FULL MONTY" CON ROBERT CARLYLE

Ieri ho pubblicato una nuova recensione sul Termopolio. Questa volta si tratta del film "Full Monty", qui il link (commentate anche su il post del Termopolio se volete) ➡ http://www.iltermopolio.com/cinema/full-monty-squattrinati-organizzati
che casualmente uscì negli USA proprio il 13 agosto del 1997, un film cult del cinema di genere commedia (molti ricorderanno il film soprattutto per la celebre scena finale dello spogliarello integrale dei protagonisti) ma che tratta anche tematiche serie come la disoccupazione.
Ad oggi "Full Monty" si trova al ventitreesimo posto nella lista dei più grandi successi al botteghino cinematografico britannico e ha ottenuto quattro nomination all'Oscar nelle categorie miglior film, regia (Peter Cattaneo), sceneggiatura originale (Simon Beaufoy) e musiche (Anne Dudley), vincendo un oscar per le musiche. Nel 2000 inoltre diventa un musical di Broadway e nel 2013 il film è stato riadattato dallo sceneggiatore Simon Beufoy in una pièce teatrale. A me il film è piaciuto molto, l'ho trovato spiritoso ma nel contempo intelligente, con un ottimo cast, su tutti Robert Carlyle (Rumpelstiltskin o meglio "Tremotino" in "Once Upon A Time") uno degli attori europei più espressivi secondo me. A proposito di Robert Carlyle, conoscete la sua storia e i ruoli che lo hanno reso famoso? Qui ➡ http://gattaracinefila.blogspot.it/2016/01/robert-carlyle-fare-il-cattivo-e-un.html trovate un articolo che ho scritto l'anno scorso su di lui!
VOI AVETE VISTO IL FILM "FULL MONTY"? VI È PIACIUTO? BUON FERRAGOSTO!💖

mercoledì 9 agosto 2017

PRESENTAZIONE IN ANTEPRIMA DEL LIBRO "COME FARE FILM INDIPENDENTI E USCIRNE VIVI" DIARIO DI BORDO DEL FILM MODA MIA DI MARCO POLLINI

Buongiorno a tutti! Oggi nuova collaborazione questa volta con l'ufficio stampa Echo per pubblicizzare un nuovo libro
COME FARE UN FILM INDIPENDENTE E USCIRNE VIVI”
DIARIO DI BORDO DEL FILM MODA MIA
di MARCO POLLINI
regista del film “Le Badanti”, film che è stato presentato il 19 maggio 2014 al prestigioso Marchè Du Film del Festival di Cannes e in anteprima alla Mostra internazionale d'Arte Cinematografica al Lido di Venezia nel 2014 e anche produttore e distributore di Film di successo quali Conducta di Ernesto Daranas e Fiore del deserto di Shelly Hormman e del Film Moda mia uscito il 23 Marzo 2016 che racconta la storia di un ragazzino di 16 anni con un grande sogno: diventare uno stilista di moda. Peccato che viva nella Sardegna rurale e con una situazione familiare difficile. Ma lui non si arrenderà facilmente. Ora Marco Pollini ha realizzato il primo prodotto editoriale che porta la sua firma: “Come fare un film indipendente e uscirne vivi” - “Diario di bordo di Moda mia”.
Il libro sarà presentato in anteprima il 12 Agosto a Samassi (Cagliari), il 13 Agosto a Cannigione presso la Piazzetta del Residence Tanca Manna (strada Caniggione-Palau) e nei giorni successivi nella piazza del municipio di Arzachena. L’autore Marco Pollini presenterà il suo primo libro e firmerà le copie per i presenti.
Ma di cosa parla "Come fare un film indipendente e uscirne vivi” - “Diario di bordo di Moda mia”? È un piccolo saggio semiserio che racconta le vicende racchiuse in manciate di giorni di riprese vissute dal regista e la sua troupe, alle prese con budget ridotti, cast indisciplinato, inconvenienti dell'ultimo secondo e un regista donchisciottesco con lo sguardo rivolto al sole della Sardegna.
Infatti lontano dalla grande distribuzione cinematografica, c'è un mondo di appassionati registi indipendenti che lavorano in silenzio, senza pretendere nulla, ostacolati dalla burocrazia e da mancanza di appoggi che consentano loro di dedicarsi alla propria arte in santa pace. Tra loro Marco Pollini della produzione e distribuzione indipendente Ahora, i film vuol girarli comunque, nonostante tutto e tutti, solo come don Chisciotte contro i mulini a vento. Li vuole fare ora perché la vita è rischio ed è meglio mettersi in gioco, piuttosto di aspettare. “Io la penso cosi” dice Pollini che con dedizione instancabile e un pizzico di follia ha realizzato il suo secondo film Moda mia, pellicola indipendente frutto di un'estate sarda, di una passione per il proprio lavoro, di una caparbietà parossistica. Un libro che non insegnerà né come si realizza un film indipendente, né tantomeno come si fa a sopravvivere a quello tzunami che investe la tua vita quando ti imbarchi nella folle avventura di farlo!” sempre citando Ammendola, ma forse porterà i lettori a riflettere che a volte le passioni sono più forti della razionalità e alcune storie meritano di essere raccontate.
Il libro contiene inoltre più di 30 foto inedite e cinematografiche del set del film, i backstage, i protagonisti e altri scatti rubati. “Come fare un film indipendente e uscirne vivi” - “Diario di bordo di Moda mia” edito da edizioni Falso Piano uscirà il 5 ottobre 2017 in tutte le librerie d'Italia.


lunedì 7 agosto 2017

NUOVA NOMINATION AL LIEBSTER AWARD

Buongiorno a tutti!👋 In questo clima rovente (fortunatamente da me in Lombardia il caldo si è attenuato) ritorno sul blog con un post dedicato al premio Liebster Award che fa conoscere nuovi blog emergenti.

Ringrazio http://chicchidipensieri.blogspot.it/
che mi ha nominata (fate un giro sul suo interessante blog), quindi oggi vi presento le risposte alle domande che mi ha rivolto Angela:
1.Un libro dell'infanzia al quale sei particolarmente affezionata.
"Zanna Bianca" di Jack London, una bellissima storia avventurosa!
2.Ti piaceva guardare cartoni animati da bambina? Quale era il tuo preferito?
Sì e adoro guardarli ancora oggi. Sicuramente
"Hamtaro - Piccoli criceti, grandi avventure" con protagonisti dei dolcissimi cricetini. 💖 3.Pensa a un personaggio letterario che ami particolarmente: chi è e a quale fiore lo paragoneresti?
Elizabeth Benneth di "Orgoglio e pregiudizio" la paragonerei ad un girasole, un fiore giallo che infonde allegria, spensieratezza e vivacità.
4.Se fossi uno scrittore (magari lo sei ^_-), in quale epoca storica e luogo ambienteresti il tuo primo libro?
Medioevo, nell'epoca di Re Artù e di Robin Hood.
5.C'è un genere letterario che proprio non riesci a leggere?
Il genere satira o parodia.
6.Ti piace vedere film tratti dai libri o ti astieni perchè temi di restare delusa da trasposizioni troppo discordanti "dalla carta"?
Sì, mi piace vederli perché voglio scoprire se i libri sono migliori delle loro trasposizioni cinematografiche. E quasi sempre è vero. Curiosamente da quasi tutti i libri che io ho letto sono stati tratti dei film!😂
7.Cioccolato: fondente, al latte o bianco?
Cioccolato al latte, ma è buonissimo anche quello bianco!
8.Ti piace cucinare? Se sì, quale tipo di pietanze?
Sì! Adoro preparare le lasagne, ricetta che mi ha insegnato mia mamma. E adoro preparare i dolci, anche se è più impegnativo!
9.Un aspetto caratteriale che di te vorresti cambiare/eliminare in toto.
La timidezza, ci impiego molto a entrare in sintonia con qualcuno, vorrei essere più disinvolta.
10.Il libro più bello del mese di giugno?
Ovviamente "A spasso con Bob"!😽
11.Quali sono gli hobbies ai quali dedichi più tempo?
Scrivere sul blog, poi leggere e guardare film!
Ora ecco le domande che rivolgo a tutti voi:
1) Il vostro motto
2) Cosa noti come prima cosa nelle altre persone?
3) Da bambino che lavoro volevi fare?
4) Se fossi un animale saresti?
5) Il profumo della tua infanzia?
6) Preferisci gli horror o le commedie romantiche?
7) Qual è la città più lontana da casa che hai visitato?
8) Cosa hai visto in tv ieri sera?
9) La tua verdura preferita?
10) La tua colonna sonora cinematografica preferita?
11) L'attore o l'attrice con cui usciresti a cena?

POTETE RISPONDERE ANCHE QUI SOTTO NEI COMMENTI

martedì 1 agosto 2017

DA PSICOLOGA A BLOGGER DI GATTI: STORIA DI ELENA DI www.amicidichicco.it CON CHICCO, ETTORE E SISSI 😽

Quanti di noi hanno pensato in un momento di crisi o di sconforto o semplicemente per sentirsi nuovamente felici e realizzati "Mollo il mio lavoro e cambio vita?". Ovviamente non è semplice, ci vuole coraggio e un piano, ma molte persone lo hanno fatto come Elena Angeli che da psicologa, ha aperto un sito dedicato ai gatti www.amicidichicco.it (TUTTI GLI AMANTI DEI GATTI DEVONO SEGUIRE IL SUO BLOG!) ed è diventata blogger e social media expert a tempo pieno. Ora lasciamo la parola a lei.
PRESENTATI AGLI AMICI DELLA BLOGOSFERA ELENA
Ciao a tutti! sono Elena 42 anni, 1 marito, 2 gatti. Nella vita faccio la social media expert (ecco una sua foto che ho eleborato con il programma Picsart).

Ho lavorato vari anni come psicoterapeuta poi ho lasciato tutto per lavorare nel mondo della comunicazione digitale. Ma il mio passato da psicologa non è stato vano: adesso sto cercando utilizzare i miei studi  per comprendere meglio e più a fondo il comportamento dei gatti. Tra l’altro ho scritto un ebook che parla del Pet Loss ovvero di come gestire il lutto dovuto alla perdita del proprio animale domestico. Scrivere sul mio blog mi occupa diverse ore al giorno ma è una delle cose che amo fare di più al mondo.
TU SEI L'IDEATRICE DELL'ASSOCIAZIONE "AMICI DI CHICCO", CE NE PUOI PARLARE? E CHI È CHICCO?
L’Associazione Amici di Chicco è nato in ricordo di uno dei miei gatti, Chicco appunto, abbandonato da piccolo al gattile perché soffriva di struvite (cristalli nella vescica urinaria). Sono passati gli anni e sono passate tante persone al gattile. Ma Chicco non l'hanno mai scelto. Forse ormai perchè era troppo grande, forse a causa di quella patologia abbastanza banale ma con il nome così strano scoraggiava troppo. Eppure Chicco era un gatto dolcissimo, che avrebbe avuto tanto amore da dare: al gattile lo chiamavano il gatto abbraccione, perchè voleva stare sempre in braccio alle volontarie.
Ed è proprio attraverso di loro che ho conosciuto la sua storia e non me la sono sentita di ignorarla. Così, 7 anni fa, io e mio marito abbiamo deciso di adottarlo, nonostante avessimo già altri due gatti adulti (entrambi presi al gattile, Ettore e Sissi) e nonostante vivessimo in un appartamento di tre stanze. Chicco si è ambientato benissimo, aveva un carattere dolcissimo. Purtroppo dopo soli 9 mesi che era con noi, Chicco ci ha lasciato. Una vita trascorsa in gattile aveva ormai irrimediabilmente provato il suo fisico. Chicco ha lasciato un enorme vuoto nella mia vita. Elaborare questo lutto è stato più difficile degli altri gatti a cui avevo dovuto dire addio: questa volta c'era tanta rabbia e tanta incredulità dentro di me che complicavano tutto. E' stato allora che ho deciso di aprire il mio blog (www.amicidichicco.it) per provare a cambiare quei pregiudizi che ancora ci sono intorno ai gatti: primo tra tutti che i gatti vanno adottati da cuccioli. E invece no, i gattili delle nostre città sono pieni di gatti adulti o anziani che stanno aspettando la loro seconda chance, una famiglia che questa volta li ami per sempre. E il più delle volte sono gatti che vengono da esperienze domestiche e che quindi sono capaci di adattarsi subito ad una nuova casa.
CONDIVIDO APPIENO IL TUO PROGETTO. ADESSO VIVI INSIEME AD ETTORE E SISSI, PARLACI DI LORO...
Con Ettore ci siamo conosciuti al gattile, il 31 ottobre del 2008.
La mia amatissima gatta, Vera, era morta da qualche giorno. Io e mio marito eravamo distrutti ma tornare a casa e non trovare nessuno ci straziava il cuore. E così abbiamo deciso di andare al gattile per dare la possibilità ad un altro micio di godere dell’amore di una famiglia. Quando sono arrivata al rifugio Ettore è stato l’unico gatto, o quasi, che non ci è venuto incontro. Era rimasto in disparte, in un angolo e non ci guardava nemmeno. Mi sono avvicinata, incuriosita, e gli ho dato un bacino sul capino. Da quel momento non sono più riuscita a togliermelo dalla testa. E alla fine lo abbiamo messo nel trasportino e abbiamo deciso di adottarlo. Ettore si è dimostrato fin da subito un gattone dolcissimo e felice di essere di nuovo in una casa. Purtroppo però soffriva un po’ di solitudine: per questo abbiamo deciso di prendergli una sorellina, la Sissi appunto, anche lei abbandonata al gattile.
OLTRE AD OCCUPARTI DEL BLOG E DEI GATTI, QUALI SONO I TUOI HOBBY?
Amo tutti gli animali e i gatti in modo speciale. Adoro l’inverno, la pioggia e il colore rosa. Sono drogata di serie tv (le mie preferite sono "La signora in giallo", "The Good Wife" e "The Big Bang Theory") e di social network. La mia serata perfetta? Sul divano a guardare la tv, con un gatto sulle ginocchia e una tazza di the in mano. Come questa illustrazione, fatta per me da CaroteECannella.

SPLENDIDA QUESTA ILLUSTRAZIONE.
SEGUITE AMICI DI CHICCO ANCHE SU FACEBOOK ED INSTAGRAM
https://m.facebook.com/amicidichicco/
https://www.instagram.com/amicidichicco/

domenica 30 luglio 2017

C'È UNA NUOVA STAR DI INSTAGRAM 📷 E SI CHIAMA HANA

Ha 3 anni e più di 280 mila followers. No, non è una baby influencer 😂, ma un gattino di razza Scottish Fold che vive in Giappone e la sua caratteristica speciale sono proprio due grandissimi occhi verdi che sembrano realizzati dai più bravi disegnatori di manga.
Oppure sembrano disegnati da Margaret Keane, la pittrice del film di Tim Burton famosa per realizzare volti di bambini dagli occhi immensi. Hana è una vera e propria star su Instagram grazie al profilo @hana__kitty https://www.instagram.com/hana__kitty/
pieno di foto dolcissime (seguitelo!💖).
E se li merita tutti perché è bellissima: ha occhi dolcissimi e grandissimi, pelo morbido di colore grigio, simpatiche orecchi piegate tipiche dei Scottish Fold.
Questa razza è nata piuttosto recentemente: nel 1961, in Scozia, il pastore William Ross e sua moglie Mary, del paese di Tayside, entrambi appassionati gattofili, notarono una gatta bianca, Susie, dalle orecchie piegate che viveva nella fattoria vicina. All'età di due anni, Susie, diede alla luce due gattini ripresentando la stessa forma delle orecchie. Il pastore William, incuriosito e affascinato dalle caratteristiche di questi gatti, ne volle uno. Adottarono Snooks, figlia di Susie, e dall'incrocio con un British Shorthair (non si possono accoppiare due Scottish Fold a causa di un gene che crea problemi alle articolazioni o alla coda al futuro gattino) nacque uno splendido maschio bianco di nome Snowball che ripresentò la caratteristica curvatura delle orecchie. Si era così consolidata nel mondo felino una nuova razza di gatti che i coniugi Ross registrarono nel 1966 con il nome Scottish Fold. Infatti l'aggettivo "Fold" in inglese significa "Piega", e la mutazione che determina l'originale forma delle orecchie venne denominata "Folder Ear", cioè "Orecchie Piegate".
VI PIACCIONO GLI SCOTTISH FOLD?


mercoledì 26 luglio 2017

13 DOMANDE SUI LIBRI IDEATE DA https://francescavanniautrice.blogspot.it/

Oggi rispondo alle domande sui libri ideate da https://francescavanniautrice.blogspot.it/.
1-Il tuo libro preferito?
Solo uno? Comunque "Il fantasma dell'Opera" di Gaston Leroux è uno dei miei preferiti, è bellissimo!
2-La tua citazione preferita.
"Qualunque cosa tu faccia non pensare mai a cosa diranno gli altri, segui solo te stesso, perché solo tu nel tuo piccolo sai cosa è bene e cosa è male, ognuno ha un proprio punto di vista, non dimenticarlo mai, impara a distinguerti, a uscire dalla massa, non permettere mai a nessuno di catalogarti come "clone di qualcun altro", sei speciale perché sei unico, non dimenticarlo mai" dal libro "Il gabbiano Jonathan Livingston" di Richard Bach!
3-Il tuo personaggio preferito.
Jo March di "Piccole Donne", mi rispecchio in lei!
4-Il libro più lungo che tu abbia mai letto.
Forse "Jane Eyre"!
5-Il libro che ti ha fatto crescere.
Tutti mi hanno fatto crescere!
6-Il libro che non sei mai riuscito a portare a termine.
 "Sulla strada" di Jack Kerouac. L'ho comprato in inglese per la scuola, ma non sono riuscita a finirlo, ho preso la versione in italiano ma non sono riuscita a continuarlo. Ma prima o poi voglio concludere questo libro, lo giuro!😂
7-Il libro più noioso.
"Anna Karenina" di Lev Tolstoj, ho qualche problema con la letteratura russa, meglio i film!
8-Il libro che hai sul comodino.
Attualmente "La ragazza sul treno" e "Innamorarsi a New York" di Melissa Hill.
Comunque non leggo mai prima di dormire perchè guardo la televisione! Leggo appena ho un minuto libero durante il giorno.
9-La tua copertina preferita
Il primo libro della saga fantasy "Fallen", ma anche le altre copertine della saga, sono stupende!
10-Un libro che ti ha consigliato qualcuno di importante per te
Mio papà mi ha consigliato il libro "Il cacciatore di aquiloni"!
11-Un libro che vorresti aver scritto
"Orgoglio e pregiudizio" di Jane Austen
12-Il genere che ami di meno.
Il genere satira/parodia.
13-Perché leggere?
Perchè viaggi con la fantasia!
SE VI VA RISPONDETE ALLE DOMANDE NEI COMMENTI!😘

lunedì 24 luglio 2017

GIAPPONE, LA GATTA MIDORI 😽 E MAKE-UP: INTERVISTA A LUISA DI http://makeupedint.blogspot.it/

Anche con il caldo asfissiante e le vacanze, la rubrica "Una zampa sul cuore" non va in ferie! Oggi vi presento un'altra blogger appassionata di make-up, beauty e gatti. Il trucco e i felini sono due passioni che accomunano molte ragazze! E anche gatti e Giappone. Lei è Luisa di http://makeupedint.blogspot.it/, seguite il suo interessante blog e la sua pagina instagram ➡ https://www.instagram.com/luisa__dac/. Ora lasciamo la parola a lei!😽
CIAO LUISA! PRESENTATI AGLI AMICI DELLA BLOGOSFERA CHE ANCORA NON TI CONOSCONO
Ciao amici della blogosfera, il mio nome di battesimo è Luisa e ho 34 primavere (detto così è più soft, mi fa sentire meno vecchia in questo mondo di giovanissime beauty blogger).
Di professione sono traduttrice freelance, principalmente nella combinazione EN>IT, perlopiù di manualistica, ma qualche rara volta con mio grande piacere mi capita anche qualche piccola traduzione in ambito beauty. Sono nata e fino ai 28 anni ho vissuto a Nardò, della quale continuo ad amare tantissimo il mare (ci torno spesso). E sei anni fa ho scelto di trasferirmi con il mio compagno di una vita (stiamo insieme da sedici anni) pochi chilometri più su, nella provincia di Lecce.
MA NON SEI VECCHIA, CI SONO BLOGGER DI TUTTE LE ETÀ!😊 IL TUO BLOG SI CHIAMA MAKE-UP E DINTORNI. PERCHÉ SI CHIAMA COSÌ E COSA TRATTA?
Il mio blog ha un nome abbastanza banale, tornassi indietro sicuramente mi impegnerei a trovare un nome più originale e interessante, ma quando è nato (cinque anni fa) conoscevo poco e niente del mondo blog (non sapevo neanche cosa fossero i follower, giuro!). Non avevo idea dell’avventura nella quale mi stavo lanciando, non pensavo che sarebbe durata così a lungo dato che il boom della moda dei beauty blog non era ancora scoppiata, per tutti questi motivi all’epoca mi sembrò un nome accettabile. Nel blog principalmente scrivo recensioni di prodotti beauty (makeup/haircare/skincare) da me acquistati o spesso offerti da aziende del settore che accettano la collaborazione.
Curare il blog mi dà molto, l’interazione con le aziende e soprattutto con ragazze con la mia stessa passione (che in alcuni casi ho avuto la fortuna di conoscere di persona), provare i prodotti e dare la mia opinione, mi fa sentire bene! So che potrebbe sembrare un’esagerazione, ma con sincerità ammetto che tutto ciò mi ha aiutato a distrarmi ed è stato di conforto in momenti piuttosto bui, quindi spero di coltivare questa passione ancora a lungo, nonostante il poco tempo libero a disposizione.
E IL TUO NICKNAME SAKURA DA DOVE NASCE?
Il mio nickname è più particolare: Sakura nasce dalla mia smisurata passione per il Giappone, sbocciata a 18 anni, quando ho iniziato a studiare all’università la lingua giapponese ed esplosa nel 2004, quando ho vissuto il mio primo (e per ora ahimè unico) viaggio in Giappone (esperienza straordinaria). Ho scelto Sakura perché mi piace come suona, mi piace il kanji con il quale si scrive e mi piace l’immagine che evoca il suo significato: fiore di ciliegio, cioè quei meravigliosi fiori rosa che colorano il Giappone nei pochi giorni di fioritura, che spesso coincidono con il giorno del mio compleanno (5 aprile).
INTERESSANTE, ANCH'IO AMO I FIORI ROSA DI CILIEGIO E MI PIACEREBBE VISITARE IL GIAPPONE!😍 AMI ANCHE I GATTI, PARLACI DELLA TUA GATTA, COME VI SIETE "CONOSCIUTE"?
La mia gattona si chiama Midori, ho chiamato anche lei con un nome giapponese. Ad agosto compirà 1 anno, ma è entrata nella mia vita a Natale 2016: il più bel regalo “sotto l’albero” di sempre.
Mia sorella che conosce molto bene la passione che ho da sempre per questi esseri speciali, l'ha regalata a me e al mio compagno. Infatti sono quel genere di persona che quando incontra un gatto per strada DEVE fermarsi ad accarezzarlo e “importunarlo”, semplicemente li adoro ed averne uno tutto mio nella mia casa, era un sogno che speravo di realizzare da quando mi sono trasferita a Lecce. Midori è diversa da tutti gli altri gatti che ho avuto perché, pur essendo vivace e una grande giocherellona (tipo che ogni mattina alle ore 5:30 mi fa uscire di colpo e dolorosamente dalla fase rem, me la ritrovo sul letto a mordermi, a graffiarmi piedi e caviglie perché vuole giocare), è anche bravissima e ubbidiente e poi ha il pelo più morbido che abbia mai toccato, accarezzarla è il mio miglior anti-stress!
L’unico suo lato negativo è che è un po’ troppo paurosa; ogni volta che qualcuno viene a trovarci lei fila sotto il letto fin da quando suonano al citofono (anche quando è semplicemente il postino) e non esce fuori finché gli ospiti non vanno via. Questo porta alcuni a dubitare che Midori esista davvero, visto che non l’hanno mai vista dal vivo.
MIDORI GATTO INVISIBILE 😂 COME LO STREGATTO DI ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE! TORNIAMO AL MAKE-UP, QUANDO HAI COMINCIATO AD APPASSIONARTI DI TRUCCHI?
La passione per il make-up è nata in maniera inconscia da piccolissima, quando da bambina appunto, non vedevo l’ora che arrivasse Carnevale per potermi spalmare indisturbata in viso tutti i prodotti di make-up di mia mamma. In verità non è che fossero poi così tanti, lei si trucca solo in occasioni speciali tipo matrimoni & co., decisamente non ho preso da lei. In adolescenza questo interesse è cresciuto in modo esponenziale, perché è subentrato il problema dell’acne, mi vergognavo ad uscire da casa con quella brutta pelle, così ho cominciato a sperimentare fondotinta, ciprie e correttori, qualunque cosa mi aiutasse a coprire i maledetti brufoli (ovviamente in concomitanza a cure dermatologiche). Man mano poi ho cominciato ad esplorare i prodotti di make-up per occhi e labbra, incoraggiata dal fatto che sperimentando e un po’ giocando con i prodotti vedevo che il brutto anatroccolo che mi son sempre vista e sentita, grazie all’uso di questi prodotti, non dico che diventasse cigno, ma perlomeno diventava un anatroccolo più carino e accettabile. Quindi ombretti, rossetti, mascara, blush e terre son diventati fedeli amici e ogni volta che compro/provo un nuovo prodotto che mi piace e che mi aiuta ad accettare la mia immagine riflessa nello specchio, mi sento felice.
HAI ALTRI HOBBY?
Purtroppo il lavoro e la gestione della casa mi lasciano poco tempo libero da dedicare ai miei hobby e interessi. Oltre a tutto ciò che riguarda beauty e blog mi piace leggere, vari autori, ma il mio preferito è Murakami (il Giappone torna sempre, anche negli hobby), guardare serie TV, ascoltare musica talvolta, quando possibile, anche dal vivo (a inizio mese sono stata al concerto dei Coldplay a Francoforte, strepitoso!) Questo potrebbe sembrare strano per un’appassionata di makeup: ho una grandissima passione per la motoGP, guidata dalla stima per Valentino Rossi, lo seguo da quando ha iniziato e sono andata a vedere le gare una decina di volte tra Mugello e Misano. Infine, questo credo si sia già capito, amo viaggiare, ritengo che pochissime cose nella vita siano altrettanto appaganti ed arricchenti.

sabato 22 luglio 2017

4 FILM PEGGIORI E DIMENTICABILI CHE HO VISTO RECENTEMENTE

REACH - CACCIA ALL'UOMO (2014)

Una guida esperta di itinerari nel deserto del Mojave (jeremy Irvine) dopo la partenza della sua fidanzata per l'università, viene ingaggiato dal ricco uomo d'affari Madec (Michael Douglas) per una battuta di caccia. Durante il percorso però Madec uccide per sbaglio un uomo, il vecchio Charlie, che vive nel deserto. Per paura di non chiudere un affare importante, Madec cerca di incolpare Ben corrompendolo e dopo il rifiuto del giovane decide di ucciderlo. Lo costringe a spogliarsi dei vestiti e a morire di sete e di caldo nel deserto. Ma Ben è furbo come una volpe e si nasconde. Charlie che lo pedina, se ne accorge e da quel momento inizia una spietata caccia all'uomo!
Come può essere brutto un film con Michael Douglas e Jeremy Irvine?
È brutto perchè perché un'ora devi sorbirti Michael Douglas psicopatico, attrezzato come James Bond (fucile di precisione, bar a portata di mano e addirittura un forno a  microonde per cuocere il cibo nell'auto!) e Jeremy Irvine che sfugge dal suo aguzzino, trovando sempre buche in cui ripararsi o rifugi. Sembrano WillY il Coyote e lo struzzo Beep Beep! E il finale lascia di stucco per la velocità in cui termina il film, non potevano accorciare la caccia all'uomo nel deserto e dilungare la fine?
Michael Douglas a 70 anni dopo aver sconfitto un tumore alla gola è ritornato sui set girando 4 film in due anni, ma secondo me era meglio che questo film non lo girasse affatto, invece l'ha pure prodotto! E Jeremy Irvine è meglio che si rivesta e faccia film più impegnati anche se ha un fisico da modello!
Solo gli splendidi paesaggi del deserto Moyave meritano la visione. VOTO 4
FOCUS - NIENTE È COME SEMBRA (2015)

Nicky (Will Smith), esperto truffatore, insegna i trucchi del mestiere ad un’aspirante criminale, Jess (Margot Robbie). Ma il rapporto fra i due diventa troppo intimo, con la bionda viene scarica dal gruppo di criminali. Circa tre anni dopo Nicky prepara un nuovo colpo sullo sfondo di alcune gare automobilistiche a Buenos Aires e incontra nuovamente Jess: i suoi piani rischieranno di saltare!
"Focus" firmato da Glenn Ficarra & John Requa (“Crazy,Stupid, Love”) è un film confuso, cambia continuamente registro, è un mix di azione, truffa, commedia, romanticismo ma nulla veramente coinvolge lo spettatore, anzi lo disorienta e neanche un attore talentuoso come Will Smith risolleva le sorti del film e Margot Robbie è solo lì come decorazione. Personalmente ho preferito la seconda parte, la prima mi ha annoiato. VOTO 5
PRESIDIO - SCENA DI UN CRIMINE (1988)

Una poliziotta, nel suo giro di ronda, viene attirata da rumori sospetti nel Presidio di San Francisco e qui viene uccisa. Del caso viene incaricato l'ispettore di polizia Jay Austin (Mark Harmon), mentre all'interno del presidio indaga il colonnello Caldwell (Sean Connery) della polizia militare. I due non vanno d'accordo e a complicare le cose ci si mette anche l'adorata e ribelle figlia del colonnello (Meg Ryan) che si innamora di Austin.
La storia è semplice, i contrasti tra il Colonello e l'ispettore di polizia sono banali, solo le interpretazioni di Sean Connery e Mark Harmon (Gibbs in NCIS) e la giovane Meg Ryan si salvano. Ma il film è dimenticabilissimo! VOTO 5
UN AMORE SENZA FINE (2014)

La ricca Jade (Gabriella Wilde) dopo il diploma incontra David (Alex Pettyfer), ragazzo ribelle, di estrazione diversa, innamorato di lei sin dal secondo anno di liceo. Jade organizza una festa, invita anche David, i due si conoscono e cominciano la loro storia d'amore. Ma Hugh, il padre di Jane, non accetta il fatto che sua figlia possa perdere l'innocenza e che rinunci alla vita da cardiologa che le aveva programmato. I due giovani, però, non si arrenderanno facilmente!
Nel 1981 Franco Zeffirelli ha portato sugli schermi di tutto il mondo questa storia d'amore difficile stile Romeo e Giulietta, ispirata al romanzo di Scott Spencer con protagonista Brooke Shield. Anni dopo la stessa storia ma con notevoli modifiche è interpreta da Alex Pettyfer e Gabriella Wilde ed è rivolta al pubblico adolescenziale di oggi. La storia è carina e piacevole ma tra carcere, incidenti e incendi i due ragazzi devono farsi benedire! È un film per eterni romantici. VOTO 6
VOI AVETE VISTO QUESTI FILM?

martedì 18 luglio 2017

ANTEPRIMA DEL REMAKE "ALADDIN": SIETE PRONTI A TORNARE NEL MONDO DI AGRABAH?

Prima che Leonardo DiCaprio alias Jack pronunciasse la frase "Ti fidi di me?" in Titanic, un altro ragazzo ribelle (questa volta un ladruncolo che ruba ma per fare del bene) aveva detto la stessa frase. Lui era Aladdin dell'omonimo film Disney e ora, sicuramente, sentiremo ancora questa frase perchè dopo mesi di casting, in cui sono stati provinati almeno un centinaio di candidati, finalmente è stato annunciato il cast definitivo del remake di Aladdin.
Il protagonista sarà l'attore canadese di origine egiziana Mena Massoud
mentre Guy Ritchie dirigerà il film e la sceneggiatura sarà scritta da John August (Big Fish di Tim Burton). Will Smith indosserà i panni del Genio della lampada ed è già scoppiata una polemica per il confronto con lo straordinario Robin Williams. Io, invece, penso che Smith sia azzeccatissimo ad interpretare il genio blu saggio e buffo, è un bravo attore ed è anche dotato di talento musicale.
Le riprese dureranno fino ai primi mesi del 2018. Naomi Scott, attrice nota come Kimberly Hart (Pink Ranger) nel film Power Rangers e come Maddy Shannon nella serie Terra Nova, di padre inglese e di madre ugandese di origini indiane, sarà la ribelle principessa araba Jasmine, una ragazza che cerca di trovare la sua strada e non vuole essere salvata dal principe azzurro!
Ma non tutto il cast è ancora definito, devono cercare l'attore che interpreterà il crudele Jafar. Si sa certamente che il film in live-action di Aladdin si ispirerà al film d'animazione del 1992, ad esempio per per realizzare la città di Agrabah, il regista si ispirerà agli scenari del Medio Oriente, India e persino Cina e il film sarà un musical. La data di uscita del film è ancora sconosciuta, comunque preparatevi ad immergervi nel mito della lampada di Aladino tra tappeti volanti, incantesimi, misteri e sogni che si possono realizzare esprimendo un desiderio. IO SONO CURIOSA DI VEDERE QUESTA NUOVA VERSIONE E VOI?😊

sabato 15 luglio 2017

QUINTA NOMINATION AL LIEBSTER AWARD!🎊🎉


Per la quinta volta sono stata nominata al Liebster Award, adoro il numero 5 e poi sono anche nata il 5 marzo!
Ringrazio Raffaele di McPopNews http://mcpopnews.blogspot.it/, blog che ho scoperto da pochissimo dedicato al grande/piccolo schermo e alla tecnologia che vi consiglio assolutamente di seguire. Raffaele ha solo 18 anni ma ha molto talento! Ecco le mie risposte:
1. Cosa ti ha spinto ad aprire il tuo blog?
Sono sempre stata più brava a scrivere che a parlare, ero in un periodo della mia vita incerto, avevo da poco finito il liceo e non sapevo che direzione prendere per il futuro e quindi ho pensato di aprire un blog. L'ho chiamato Gattaracinefila perchè ho voluto citare ed approfondire le mie passioni tra cui il cinema, i gatti. E mi sto divertendo tantissimo a portare avanti questo progetto!
2. Sei contento di come sta procedendo il tuo blog?
Sì sono molto contenta!
3. Hai mai avuto delle delusioni con il blog?
Forse un anno fa circa quando un'azienda mi ha detto che mi avrebbe offerto un compenso per sponsorizzare una campagna pubblicitaria. Ma dopo la ragazza che mi ha contattato è sparita nel nulla e io non ho sponsorizzato nulla! 😂
4. Hai mai pensato di chiudere il blog?
Neanche per sogno!
5. Cinema o Streaming a casa?
Streaming a casa però, se fosse per me, guarderei spesso i film al cinema ma purtroppo non è possibile! Primo perchè il cinema che c'è nella città proietta solo alcuni determinati film (ad esempio non Blockbuster) e poi perché non trovo sempre amici o familiari disponibili!😂
6. Film o serie tv?
Entrambi!
7. Film o serie tv preferito/a e perchè proprio quello/a?
Uno dei miei film preferiti è la commedia americana "Il diavolo veste Prada"!
Perchè? Perché è un film divertente ma riflessivo: Andy si presenta ad un colloquio per l'ambito ruolo di seconda assistente di Miranda Priestly, l'influente direttrice di una celebre rivista di moda. Andy non ha la minima inclinazione per il mondo della moda, eppure viene assunta. Poi in qualche modo comincia a guardare il mondo della moda con occhi diversi, ad entrare in contatto con Miranda e a scorgere il lato faticoso ma ripagante del lavoro: ad ogni pagina di quella rivista ci sono migliaia di persone che ogni giorno lavorano mettendoci tutta la loro passione! La mia serie Tv preferita è sicuramente "Downton Abbey" e non vedo l'ora di vedere il film! La serie narra le vicende degli abitanti di Downton Abbey, tenuta appartenente al Conte e della Contessa di Grantham. "Downton Abbey" mi piace per l'ambientazione e i costumi, per la bellezza del paesaggio inglese intorno alla tenuta, per l'accuratezza dei periodi storici che passano dal conflitto mondiale fino a un cambiamento radicale dei tempi, con l'avvento delle nuove tecnologie come il telefono e poi ovviamente i personaggi e le loro storie appassionanti!
8. Come gestisci il tuo tempo nella giornata?
Bene, la mattina di solito faccio un giretto in centro o faccio delle commissioni, il pomeriggio lo passo a cercare proposte di lavoro, a inviare curriculum e naturalmente a scrivere sul blog!
9. Quante ore dedichi al tuo blog?
Mezza giornata quando scrivo i post sul blog e poi lo pubblicizzo. Altrimenti un paio di ore al giorno!
10. Mondo dei blogger in 3 parole? Amicizia (quella che ho instaurato con tutti i blogger che seguo), dialogo (cioè dialogare e confrontarsi sulle opinioni altrui anche se opposte alle tue), condivisione (sul blog condividiamo istanti di vita ed è come se conoscessi ognuno di voi!)
11. Per quale somma di denaro venderesti il tuo blog? (Mi raccomando, una somma ragionevole)
Non venderei mai il mio blog, ci sono troppo affezionata!
ECCO LE DOMANDE CHE RIVOLGO AGLI ALTRI BLOGGER, INVITO TUTTI:
1) Lo Sport che adorate vedere in TV
2) Il vostro gusto preferito di gelato?
3) Il film più brutto che avete visto?
4) Preferite pranzare in un ristorante o al fast food?
5) Qual è il negozio che scegliereste per spendere tutti i soldi di una carta di credito?
6) Quale supereroe dei fumetti preferite essere?
7) Preferite la pioggia o il sole?
8) L'ultimo film che avete visto?
9) La serie Tv che state seguendo ultimamente?
10) Il vostro genere di musica preferito?
11) Preferite il tè o il caffè?
POTETE RISPONDERE QUI SOTTO ALLE DOMANDE!






mercoledì 12 luglio 2017

IL MIO GIUGNO/INIZIO LUGLIO IN FOTO E RECENSIONE DEL FILM "ASSASSINS" DEL 1995 CON SYLVESTER STALLONE


FILM
Recentemente ho visto un film d'azione del 1995 di cui ignoravo l'esistenza. S'intitola "Assassins" con Sylvester Stallone, Antonio Banderas e Julianne Moore, un grande cast insomma. La trama ruota intorno ad un sicario Robert Rath (Sylvester Stallone) che deve uccidere una giovane donna (Julianne Moore) che ha rubato un file contenente informazioni compromettenti che vale milioni di dollari. Sulle sue tracce si mette anche un altro killer alquanto fuori di testa di nome Miguel Baine (un giovane Antonio Banderas dai capelli lunghi, scompigliati). Il film è tutto incentrato sulla sfida dei due killer protagonisti che hanno caratteri completamenti opposti Stallone è un sicario ansioso di uscire dal giro e recita in maniera pacifica e zen mentre Banderas è un giovane killer psicopatico che ammira Robert ma vuole diventare il numero uno nel suo campo ed è sempre ansioso e agitato e soprattutto armato (spara con due pistole come l'archeologa Lara Croft di "Tomb Raider"!). Tra i due contendenti c'è Electra giovane Hacker ed amante dei gatti. Sì avete letto bene, è sempre accompagnata dal suo compagno felino, un gatto Maine Coon, una delle più antiche razze del Nord America di nome Perla.
Il Maine Coon è considerato nativo dello Stato del Maine, di cui è il gatto ufficiale. Il suo nome deriva dal Maine, lo Stato della Nuova Inghilterra in cui venne avvistato, e da Raccoon, orsetto lavatore in inglese, per via della sua coda vaporosa e inanellata molto simile a quella di un procione. Ma ora torniamo al film, anche la nostra Electra è una "gattara cinefila 😂" amante dei felini! Perla compare in molte scene del film tranne nell'ultima mezz'ora del film ed Electra è persino gelosa quando la gatta mostra affetto anche per Robert.
Sceneggiato dai fratelli Wachowski e diretto da Richard Donner (Arma Letale, Ladyhawke), il film è un action thriller con spettacolari effetti (ma nulla in confronto agli effetti speciali di oggi, in fondo è un film degli anni 90) e sequenze adrenaliniche ricco di doppi giochi e colpi di scena. Una delle scene più interessanti secondo me è l'interminabile attesa del giovane sicario che deve passare otto ore alla finestra nella calura di Portorico per colpire il rivale all'uscita dalla banca con il suo bottino. "Assassins" è un film d'intrattenimento perfetto da guardare in una di queste afose serate!




PEPE

Quanto invidio le posizioni rilassate dei gatti!😂 Da notare le zampine e la coda dritta!
IN GIRO PER MANTOVA
Quando trovi una casa fotogenica, rimani meravigliata dai stupendi fiori rosa e devi assolutamente farti scattare una foto🌺 Fatto!
Approfittare del caldo per sedersi in un bar con l'aria condizionata e ordinare un caffè con cioccolato e panna. Fatto!✔
FOTO DI IGEA MARINA


Io che nuoto
Seduta sugli scogli
Ma il cielo a pecorelle quanto è bello?

domenica 9 luglio 2017

PER LA QUARTA VOLTA SONO STATA NOMINATA AL PREMIO LIEBSTER AWARD 😁

Ciao a tutti, oggi partecipo per la quarta volta al LIEBSTER AWARD. Ringrazio Pietro Sabatelli di http://pietrosabaworld.blogspot.com/ che mi ha nominato per il premio!
Ecco le domande:
 1. Il fine giustifica i mezzi?
Quasi mai secondo me!
2. Un cibo che odiate e non mangereste neanche sotto tortura.
Il cavolfiore, mi da fastidio anche il suo odore!😂
 3. Attore/Attrice che sposereste anche domani mattina.
Chris Hemsworth ma anche Liam Hemsworth, basta che sia uno dei due fratelli Hemsworth!😂
 4. La vostra canzone preferita.
 Ultimamente Lost On You di LP
 5. Se aveste la possibilità di una seconda o terza cittadinanza, quale prendereste?Francese oppure Australiana!
 6. MasterChef o Unti e Bisunti?
Masterchef, non ho sky ma lo guardo quando lo trasmettono in chiaro.
 7. Un personaggio dei Simpsons a cui vi identificate.
Non ho mai guardato i Simpson. Sì lo so sono l'unica persona sulla Terra!😂
 8. Tombola o Bingo?
Tombola.
 9. L'errore che non rifareste mai e quello che invece rifareste.
Sono stata troppo buona con persone che non meritavano, errori che rifarei non ci sono.
 10. Ultimissimo film visto.
Ritorno al futuro film cult del 1985 diretto da Robert Zemeckis e interpretato da Michael J.
Fox e Christopher Lloyd.


11. A metà degli anni '90 una serie/fiction fece piangere l'Italia intera (compreso me), sapreste dirmi qual'è questa serie? Se proprio non sapete, qual'è una serie che avete visto e che vi fatto letteralmente lacrimare?
Io sono nata nel 1996, quindi non so rispondere! Comunque mi sono commossa guardando qualche episodio della serie "Downton Abbey"!
Bene, ora non mi resta che nominare altri 11 blog,
INVITO:
http://francescavanniautrice.blogspot.com/
http://langolodiariel.blogspot.it/
http://kaosammonite.blogspot.it/
http://kilaracreation.blogspot.com/
http://daily-connor.blogspot.it/
http://afilmadaybysonia.blogspot.com/
http://agirlofwinterfell.blogspot.it/
http://itsallabouttheglowxoblog.blogspot.it/
http://rumoredifusa.blogspot.com/
http://ikadreaming.blogspot.com/
http://aishettina.blogspot.it/
ECCO LE DOMANDE A CUI DOVETE RISPONDERE:
1) L'ultimo libro che avete letto?
2) Quale epoca vorreste visitare con la macchina del tempo?
3) Preferite la carne o il pesce?
4) Il vostro regista preferito?
5) Dove trascorrete o avete trascorso le vacanze?
6) La città in Italia dove abitereste volentieri?
7) Nutella o patatine fritte?
8) Il vostro fiore preferito?
9) La serie tv che riguardereste ancora e ancora?
10) La vostra saga cinematografica preferita?
11) Il vostro social preferito?

POTETE RISPONDERE ALLE DOMANDE ANCHE NEI COMMENTI!💕