venerdì 20 novembre 2015

PER NON DIMENTICARE LA BELLEZZA DI PARIGI: NOTRE DAME DE PARIS

Questo post vuole celebrare una splendida città, Parigi che, venerdì 13 novembre, è sta brutalmente colpita e macchiata di sangue . Non voglio parlare della tragedia, non mi sembra appropriato, perché non ho parole di fronte all'orrore compiuto da esseri umani come noi. Non possono essere umani delle persone che compiono queste atrocità e uccidono altri simili. Oggi voglio parlare di un luogo di Parigi che ha fatto esaltare in tutto il mondo la grandezza e la bellezza di questa meravigliosa città.
 

Non si può parlare della "Ville Lumière" se non si nomina la maestosa Cattedrale di Notre Dame (vedi foto)


e fare riferimento all'omonimo romanzo di Victor Hugo. La trama non è propriamente tutte rose e fiori, ma è uno dei romanzi di maggior successo di Hugo (dopo "I Miserabili"). La trama ruota intorno all'arcidiacono Claude Frollo che s'innamora di Esmeralda, sensuale ed ingenua zingara dai profondi occhi verdi, che ama danzare sul sagrato della chiesa e ordina a Quasimodo, un gobbo, un deforme, allevato da Frollo e rinchiuso poi nella cattedrale di Notre Dame diventandone il campanaro, di rapirla. Esmeralda ama però Febo, un capitano dongiovanni e Frollo lo uccide per far ricadere la colpa sulla zingara che rifiuta il suo amore. Quasimodo commosso per la gentilezza di Esmeralda, decide di difenderla, portandola a Notre Dame. Alla fine però i due fanno una tragica fine, anche se alla fine Quasimodo ucciderà Frollo e poi si lascerà morire sul corpo esamine di Esmeralda, vittima di Frollo. Oggi però voglio parlarvi dell'omonimo cartone animato, il 34esimo film Disney, diretto da Gary Trousdale e Kirk Wise (i registi di "La Bella e la Bestia").

 
In sostanza è uguale al libro, soltanto più adattato ad un pubblico Disney (Frollo è un giudice non un arcidiacono perchè la Disney era molto attenta ai pareri della Chiesa, Febo non è più un donnaiolo, Esmeralda non è più innocente ed ingenua, ma una ragazza forte e tosta e l'immancabile lieto fine), non tralasciando però le atmosfere oscure della Parigi medievale del 400, una città oppressa, dove dilaga il razzismo nei confronti degli Zingari (il paragone attuale è inquietante) e le atmosfere gotiche (gli interni della maestosa Notre Dame e le gargouille, statue di animali mostruose). Il cartone è un mix di humor e drammaticità, che affronta tematiche forti e importanti con personaggi addolciti ma ben riusciti. Forse alcuni temi sono poco adatti a dei bambini, come ad esempio l'ossessione di Frollo per Esmeralda che culmina con la canzone "Fuoco dell'inferno", dove il giudice accusa il suo amore per la zingara di provenire dall'inferno e chiede alla Vergine Maria di allontanarlo, facendo morire Esmeralda o altrimenti che sia sua, mentre in sottofondo parte il "Mea Culpa". Un'altro tema tosto è quello dell'essere diverso, del mostro "Quasimodo" un gobbo, dall"aspetto deforme che preferisce rimanere rinchiuso a Notre Dame, perché ha paura del confronto con le persone (per fortuna nel sequel trova una persona di cuore che guarda oltre le apparenze). E poi non dimentichiamoci che Esmeralda è divisa fra tre uomini, Quasimodo, Frollo e Febo e non era mai successo in un film Disney (solo Belle de "La Bella e la Bestia" era divisa fra due uomini la "Bestia" appunto e Gaston). Quasimodo s'innamora di lei, per la sua gentilezza, perché la zingara non ha paura del suo aspetto, Frollo è ossessionato da Esmeralda, ma combattuto perché perseguita gli zingari come lei e Febo è un capitano delle guardie agli ordini di Frollo che per amore (è l'unico ricambiato da Esmeralda) decide di abbandonare tutto per salvare la ragazza. Il fulcro della storia sia nel cartoon che nel libro è lei, la cattedrale di Notre Dame, il centro della Francia perchè dal suo sagrato parte il punto zero, dove vengono calcolate tutte le distanze stradali della Francia. Il nome della cattedrale proviene dalla Statua della Vergine con il bambino e in passato era un tempio romano dedicato a Giove, poi diventato luogo del culto cristiano. Notre Dame è stata più volte sul punto d'essere abbattuta, finché Hugo nel 1821 scrisse il capolavoro "Notre Dame de Paris", romanzo basato sui personaggi che vivono nell'omonima cattedrale. Dei personaggi amici di Quasimodo sono le gargoylle, che nella versione Disney offrono ai spettatori dei momenti di comicità, tralasciando per pochi momenti la drammaticità della storia. Le gargoylle (gargouille in francese) sono delle figure decorative poste all'estremità delle grondaie. La loro funzione è di proteggere le chiese gotiche dai demoni, facendo la sentinella in cima alla cattedrale. Ma si dice anche che sono spiriti maligni che si sono impadroniti dell'esterno delle cattedrali gotiche, perché non possono entrare all'interno delle chiese e risiedono in cima in attesa (vedi foto)

 
Un'altro simbolo de "Il gobbo di Notre Dame", sono le campane (Quasimodo é un campanaro no?), ma il fatto che mi ha colpito é che la Campana di Notre Dame non suona mai, tranne che nelle occasioni solenni e ha un suono purissimo, perché secondo la leggenda, le donne di Parigi, hanno gettato dentro le fondamenta della campana gioielli d'argento e di oro! E poi fin dalle prime volte che ho guardato il cartoon Disney, sono rimasta ammaliata dalle vetrate di mosaico e dai rosoni che creano degli effetti di luce spettacolari!
 
 
Per concludere non posso non nominare il meraviglioso musical, "Notre Dame de Paris" di Cocciante, interpretato tra gli altri da Giò di Tonno (Quasimodo) e Lola Ponce (Esmeralda), che è stato trasmesso anche in tv, nel 2003, dall'Arena di Verona. I miei genitori l'hanno guardato in tv, io ero piccola, avevo in mente la storia Disney e sicuramente non avrò capito la vera storia de "Il Gobbo di Notre Dame" (il musical è basato sul romanzo di Hugo) ma è da lì che ho incominciato ad apprezzare i musical sia in teatro che in tv. E la grande fama di "Notre Dame de Paris" non è finita: ho letto la notizia che vogliono girare un film esclusivamente sul personaggio di Esmeralda, basandolo sulla storia drammatica della zingara. Si farà questo remake? C'è bisogno di questa storia, dato i risultanti deludenti del sequel "Il Gobbo di Notre Dame - Il segreto della campana"? Vedremo... Persino il film Disney del 96, non ha avuto il successo sperato, e le critiche erano contrastanti (c'è chi l'ha trovato troppo lontano dal romanzo di Hugo o chi lo ha ritenuto poco adatto ad un pubblico Disney). "Il Gobbo di Notre Dame" non è mai stato il mio cartone animato Disney preferito, ma a me è piaciuto molto e lo trovo adatto per tutti, forse da adulti lo si comprende di più, ma non rinuncerei a farlo vedere ad un bambino, perché anche se non capirà appieno la storia, rimarrà colpito dai colori sgargianti, dalle canzoni trascinanti (stupende le voci dei doppiatori: Massimo Ranieri, nei panni di Quasimodo e Mietta,nei panni di Esmeralda) e dai personaggi buffi come la capretta Djali di Esmeralda.
A VOI PIACE IL FILM DISNEY "IL GOBBO DI NOTRE DAME"?
 

6 commenti:

  1. Le foto che hai messo sono bellissime... Io sono stata a Parigi ed è una città meravigliosa ❤️ comunque ho visto il cartone Disney... e come non amarlo? un bacio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara: Parigi è bellissima!❤ Anche a me piace molto il cartone Disney! Buona giornata!

      Elimina
  2. Questo é l'articolo chr mi é piaciuto di piú! Il cartone mi é sempre piaciuto tantissimo, ho sempre ammirato Esmerla ed é la donna Disney (secondo me) con la voce piú bella (complimenti a Mietta). La cosa che ho sempre amato di questo cartone é la musica, le canzoni sono davvero bellissima... Quella che Esmeralda canta dentro a Notre Dame in cui chiede a Dio di aiutare la sua gente é da pelle d'oca! Il libro l'ho letto, escluso il dilungarsi di Hugo in dettagliatissime descrizioni devo dire che é davvero bello, molto duro, ti mette davanti agli occhi una realtá bruttissima come quella del medioevo, la crudeltá fredda delle persone era spaventosa... Il musical non l'ho visto, conosco qualche canzone (il tempo delle cattedrali é quella che prefetisco) 😊 potrei parlare fino a domani di quest'argomento! Non vedo l'ora di vedere il film su Esmeralda!

    RispondiElimina
  3. Io amo la disney e tutti i suoi capolavori!
    Una volta da piccina mi sono anche travestita da Esmeralda! Adoro!!

    RispondiElimina
  4. Anch'io sono una fan dei cartoni Disney!❤ Davvero? Che bel travestimento!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Sono stata a Parigi proprio la settimana dopo l'attentato e l'ho rivista molto desolata...lei che è sempre così viva e piena di gente...è stato sconfortante :-(
    Il cartone Disney devo dire che non lo trovo così simile al libro, soprattutto nel tragico finale XD

    RispondiElimina