lunedì 12 marzo 2018

RECENSIONE "IL FILO NASCOSTO" DI PAUL THOMAS ANDERSON E PRESENTAZIONE DELL'HORROR "SHANDA'S RIVER"

Domenica scorsa ho visto al cinema il film "Il filo nascosto" scritto e diretto da Paul Thomas Anderson.
Non avendo mai visto un film di Anderson, sono rimasta un po' sconvolta 😂 soprattutto nel finale assurdo! La trama ruota intorno a Reynolds Woodcock (interpretato da Daniel Day-Lewis alla sua ultima interpretazione) uno stilista che dedica la sua vita al lavoro, vive all'ombra della sorella Cyril e attaccato al ricordo della mamma defunta. Un giorno in un ristorante incontra una giovane donna, Alma (Vicky Krieps) e le chiede un appuntamento. Lei accetta e durante l'incontro Woodcock le racconta della scomparsa di sua madre, di cui conserva una ciocca di capelli nella giacca ad altezza cuore per averla “sempre accanto” (e già questo particolare a me ha inquietato un pochino 😂 sarei scappata subito poco dopo!) invece Alma si trasferisce immediatamente a casa dello stilista e diventa la sua musa. Alma in poco tempo si trasforma in una bella statuina, viene vestita e mostrata nelle cene di gala, inizia a lavorare come modella, sarta e anche come cuoca. Finchè lui si stufa di lei come è capitato con tutte le altre donne che aveva incontrato in precedenza ed Alma elabora un piano diabolico per legare a sé lo stilista utilizzando dei funghi. "Il filo nascosto" è un film di dipendenza amorosa, ognuno di noi è dipendente in qualche modo dagli altri, vogliamo approvazione, conferme ma la dipendenza del film è patologica, a volte senza un filo logico, i protagonisti sono uno più problematico dell'altro, l'ossessivo stilista che accoglie giovani donne aristocratiche alla ricerca di abiti per occasioni importanti ed Alma, la finta remissiva cameriera dalla psicologia complessa.
Per fortuna a sorreggere il film c'è l'interpretazione eccellente degli attori, abiti bellissimi, atmosfere vintage e primi piani di pizzi, stoffe. Infatti il film è ambientato negli anni 50 e il mondo è alle prese con la voglia di vivere dopo la guerra, nascono abiti sartoriali raffinati, gonne a ruota con il vitino a “vespa”, trionfa il tulle, il pizzo e i corpetti che avvolgono le forme (per il film sono stati realizzati 50 abiti, una piccola collezione ispirata sulla moda dell’epoca, tra le riviste come Vogue e i negozi d'abbigliamento)
"Il filo nascosto" ha vinto giustamente il Premio Oscar come "Migliori Costumi" e se non fosse stato eccessivo e senza senso nel finale e i personaggi principali un po' più equilibrati, avrebbe meritato anche di più. Per me merita un 6! VOI AVETE VISTO "IL FILO NASCOSTO"?


Questa settimana ho anche scritto un nuovo post per il Termopolio dedicato a tutti gli amanti dei film horror. Il film Shanda's River, film horror indipendente di Marco Rosson, realizzato a basso budget a Voghera e vincitore di numerosi premi ➡ https://www.iltermopolio.com/cinema/presentazione-film-shandas-river sarà disponibile sul sito ufficiale (www.cinemuseum.store) in Limited Edition numerata, che conterrà numerosi speciali e una Full Slip esclusiva in perfetto stile CM, in Blu-Ray e Dvd in Italia dal 16 marzo 2018.



19 commenti:

  1. Non l'ho visto ma sembra interessante!!! Sono curiosa di capire in che senso "lo lega con dei funghi a sè" O__O penso che alla prima cocasione me lo guarderò! Poi mi piacciono i film con finali un po' assurdi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho voluto rivelare troppo, comunque se ti piacciono i finali un po' assurdi e i film psicologici ti piacerà, ne sono sicura!😊

      Elimina
  2. Il filo nascosto, cioè l'amore che lega due persone, non è fatto solo di negatività. Eccessivamente morboso. Anderson sicuramente è bravo ma le sue tematiche sono ripetitive.
    Ciao Vanessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con quello che hai scritto Gus!😊 Ciao e buon pomeriggio!👋

      Elimina
  3. Non ho ancora visto questo film, mi hai incuriosito, se riesco queto fine settimana vado a vederlo😊. Buona serata 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che la recensione ti abbia incuriosito!😊 Buon pomeriggio!👋

      Elimina
  4. http://francobattaglia.blogspot.it/2018/03/il-filo-nascosto-ma-nascosto-bene.html

    E' l'amico specialista dei film. Pubblica le recensioni su siti specializzati.

    Ti consiglio di leggerlo.

    Ciao Vanessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la segnalazione 😊 scrive molto bene Franco, d'ora in poi seguirò il suo blog!

      Elimina
  5. A me Il filo nascosto non mi ha catturato per niente,non dico che è brutto ma non ci ho trovato niente di interessante a parte la bravura degli attori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me la trama non mi ha convinta molto e soprattutto il finale, però il cast, i costumi e l'ambientazione sì, mi è piaciuto al 50%!😊

      Elimina
  6. Non l'ho ancora visto ma dal primo momento sono rimasta affascinata da ambientazione e abiti. Bella la tua recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì gli abiti e l'ambientazione sono stupendi!😊 Grazie Manuelina!😘

      Elimina
  7. Ciao grazie per essere passata e per esserti unita al mio blog! Ricambio con piacere!
    Buona giornata! Giulia.
    https://bigiublog19.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Giulia 😘 Buona giornata!👋

      Elimina
  8. Ciao Vanessa!
    Non ho ancora visto il film e siccome amo farmi un'idea tutta mia evito di leggere le recensioni :-)
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene Ofelia, anch'io a volte non leggo le recensioni dei film perché voglio farmi un'idea mia!😊

      Elimina
  9. Io volevo tanto vederlo ma lo hanno proiettato al cinema solo una settimana e non ho fatto in tempo ad andarci! >_>

    RispondiElimina