giovedì 19 settembre 2019

RECENSIONE DEL FILM "MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI" TRATTO DALL'OMONIMO LIBRO DI GIACOMO MAZZARIOL

Domenica sono andata al cinema a vedere il film "Mio fratello rincorre i dinosauri".
Tutto è incominciato il mese di marzo del 2015 quando Giacomo Mazzariol, uno studente di Castelfranco Veneto, carica su YouTube un video con protagonista il fratello Giovanni dal titolo "The Simple Interview" che diventa immediatamente "virale". Perchè il video ha conquistato il cuore di milioni di persone? Perchè Giovanni è nato con un cromosoma in più e il video é riuscito a parlare della sindrome Down con leggerezza, facendo riflettere sulla diversità. Dato lo straordinario successo, Giacomo decide di scrivere il libro "Mio fratello rincorre i dinosauri" dove racconta non solo il fratello che suona la batteria a modo suo e viaggia in un mondo fantastico in cui rincorrere appunto i dinosauri, ma anche sé stesso durante adolescenza.
Da quel romanzo poi è nato l'omonimo film diretto da Stefano Cipata che è stato presentato in anteprima alla 76esima edizione del Festival di Venezia. Giacomo ha cinque anni, due sorelle e desidera tanto un fratellino per fare con lui giochi da maschio. Una sera i suoi genitori gli annunciano che avrà proprio un fratello e lui decide di chiamarlo Giovanni. Il bambino finalmente nasce ma non è uguale agli altri: ha la sindrome di down. Allora i genitori dicono a Giacomo che il suo fratellino è "speciale" e lui, nel suo immaginario, lo trasforma in un supereroe.
Però con il passare del tempo scopre la parola Down, e comincia a rifiutare e a vergognarsi del fratello "diverso". E la situazione peggiora quando Jack inizia le scuole superiori e s' innamora della bella Arianna (vedi foto)
Giovanni diventa prima il fratello "invisibile" quando Giacomo nega la sua esistenza e poi diventa addirittura il fratello deceduto!! Solo alla fine riuscirà ad accettare il fratello perchè la diversità rende unici e speciali.
Nel suo primo film da regista Stefano Cipani dirige una storia che affronta dei temi "tosti" come la disabilità e la diversità mantenendo i toni della commedia senza scivolare nel melodramma, facendoci sia divertire che commuovere (ad esempio quando ascoltiamo le parole della canzone La Cura di Battiato) e questo è uno dei pregi del film. Inoltre gli adolescenti rappresentati nel film non vengono descritti come troppo ribelli e problematici, ma in modo attinente alla realtà: Giacomo per conquistare Arianna decide di entrare nella band musicale di Scar e Brune (Saul Nanni), i due ragazzi più popolari della scuola, che hanno bisogno di un nuovo batterista e decide anche di cambiare look grazie ai consigli della zia punk interpretata dalla musa di Pedro Almodovar Rossy De Palma (perfetta per la parte).
Anche tutti gli altri attori del cast sono bravissimi come Francesco Geghi (il protagonista), Lorenzo Sisto (Giovanni), Arianna Becheroni (Arianna) Saul Nanni (Brune) e Isabella Ragonese ed Alessandro Gassman nei panni dei genitori di Giacomo e Giovanni. "Mio fratello rincorre i dinosauri" è un film leggero ma emozionante, merita come VOTO 7,5!



14 commenti:

  1. Ho visto il trailer al cinema e mi era sembrato carino, in effetti! ^^

    RispondiElimina
  2. Ciao Vanessa, non ho visto il film nè letto il libro, ma m'ispirano molto entrambi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro non l'ho letto, ma penso che siano belli entrambi! Il film è molto carino! 😊

      Elimina
  3. Ciao Vanessa! Mi piacerebbe vedere questo film… ti farò sapere che cosa ne penso!

    RispondiElimina
  4. Un film di grande sensibilità insomma, quindi da non sottovalutare e da vedere ;)

    RispondiElimina
  5. Ho visto il trailer,se possibile lo guarderò.

    RispondiElimina
  6. Vorrei proprio vederlo, avevo in lista anche il libro.
    Vediamo con quale dei due arrivo prima.

    RispondiElimina