lunedì 3 agosto 2020

OGGI VI PARLO UN PO' DI ME + RECENSIONE DEL FILM "LOST IN TRANSLATION - L'AMORE TRADOTTO" DI SOFIA COPPOLA


In questi caldi giorni d'estate non sono molto attiva sui social, ultimamente ho dei problemi ad accedere ad Instagram, a volte pubblico su Facebook e Twitter e soprattutto mi sto concentrando a scrivere un romanzo. Questa idea è nata nel periodo del Lockdown e ora sto cercando di realizzarla (ho scritto finora una cinquantina di pagine). Nel romanzo racconterò due storie che scorrono parallele e che a volte si intersecano: quella un po' vera e un po' romanzata di Pepe, il gatto del quartiere ⬇
e quella di una ragazzina che frequenta il liceo (il personaggio assomiglia molto a me) e ovviamente non mancheranno delle incursioni nel mondo cinematografico!
Intanto oggi vi presento una nuova recensione sul blog!
Conoscevo "Lost in translation - L'amore tradotto" di Sofia Coppola per fama ma non avevo mai visto questo film, così quando l'hanno trasmesso sul canale Iris ho deciso di recuperarlo.
Bob (Bill Murray) è una star in declino che si reca in a Tokyo in Giappone per girare uno spot per una marca di whisky, ma il suo lavoro non lo entusiasma. Durante il soggiorno alloggia in un hotel di lusso e qui s'imbatte in Charlotte (Scarlett Johansson) che accompagna John (Giovanni Ribisi), il marito fotografo, un uomo che la trascura. Entrambi si sentono estranei in un paese straniero, lui non capisce una parola di giapponese e ha sempre la sensazione che manchi qualcosa nelle traduzioni degli interpreti durante la registrazione dello spot pubblicitario, lei si sente sempre fuori posto nel caos della città. Così Bob e Charlotte passano sempre più tempo insieme, parlano del lavoro e della loro vita privata, cercano di "immergersi" nelle strane usanze del Giappone (lezioni di giardinaggio per coltivare i bonsai, gare di videogame, surreali gare di karaoke dove si canta anche se si é stonati come fa Bill Murray, Scarlett Johansson, invece, è decisamente più intonata)
e ovviamente continuano a trovarsi in difficoltà quando tentano di farsi comprendere in ospedale o al ristorante per ordinare da mangiare.
"Lost in Translation", basato sulle esperienze vissute in Giappone da Sofia Coppola, è essenzialmente un documentario sulla città di Tokyo (bellissima la fotografia!) con all'interno una storia di amicizia e di amore "impossibile" per via dell'età e dei rispettivi partner, (il film ha vinto il Premio Oscar come Miglior sceneggiatura), in cui spicca la divertente interpretazione di Bill Murray e l'espressività e la bellezza di una giovanissima Scarlett Johansson. Manca giusto un po' di ritmo e qualche dialogo in più, però da amante del Giappone ho apprezzato questo film, mi ha fatto venire voglia di visitare di Tokyo, insieme ad una guida turistica però! 😉 A VOI È PIACIUTO?

15 commenti:

  1. Il film non l'ho visto.
    Quindi anche tu entri nella schiera delle autrici.
    La quarantena ti ha portato l'ispirazione.
    Ti auguro di fare un buon lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì la quarantena mi ha portato un po' di ispirazione e creatività. Grazie Claudia! 😊

      Elimina
  2. Thanks for your sharing 😊 I want to watch this movie 😊

    RispondiElimina
  3. Ciao Vanessa, mi fa piacere che tu abbia iniziato a scrivere un romanzo, se avrai bisogno ti farò volentieri pubblicità sul mio blog :-) Non conosco il film ma sembra interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la tua disponibilità Francesca! Certo quando pubblicherò il romanzo ti contatterò! 😊 Il film è "particolare" ma bello!

      Elimina
  4. In bocca al lupo per il romanzo! Soggetto interessante, sono curioso di saperne di più :)

    RispondiElimina
  5. Scarlett Johansson ha labbra fantastiche e non rifatte.
    Appena terminato mi manderai una copia firmata del tuo romanzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scarlett Johansson è tutta naturale.
      👍 ti tengo aggiornato!

      Elimina
  6. Lost in translation lo voglio riguardare,non me lo ricordo bene.
    Ma sono entusiasta del tuo romanzo!!!!Che bello!!!Già la storia mi incuriosisce,spero che andrai avanti!Tienici aggiornati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca! 😘 Certo, scrivo ogni giorno, ti tengo aggiornata! 😊

      Elimina
  7. E' piaciuto sì, il film intendo, sempre piaciuto, comunque interessante il tuo romanzo, spero riuscirai a finirlo e chissà pubblicarlo ;)

    RispondiElimina
  8. Thank you, Vanessa! The film sounds interesting.

    RispondiElimina
  9. Filmone!!! Lo adoro. Io sarei esattamente come Bill se mi trovassi al suo posto. E auguroni per il libro😀

    RispondiElimina