lunedì 9 novembre 2020

RECENSIONE DEL FILM "LA TRUFFA DEI LOGAN" L'OCEAN'S ELEVEN DEI POVERI DIRETTO DA STEVEN SODERBERGH

Qualche giorno fa ho guardato l'heist movie diretto da Steven Soderbergh "La truffa dei Logan", che si può guardare su RaiPlay.


Jimmy Logan (Channing Tatum) è un operaio separato e zoppo (si è parecchio sfortunato!) che trascorre le sue giornate tra il lavoro e le visite alla figlia di nome Sadie, futura reginetta di bellezza. Quando viene licenziato e la sua ex moglie (Katie Holmes) decide di trasferirsi in un'altra città con il suo nuovo compagno, Jimmy architetta un piano: rubare i soldi durante una gara automobilistica Nascar nel giorno del Memorial Day, uno degli eventi sportivi più seguiti d’America il cui incasso, attraverso un complesso sistema di tubi per il trasporto pneumatico, passa nel caveau di una banca. Come in ogni rapina che si rispetti coinvolge anche diversi complici: suo fratello minore Clyde Logan (Adam Driver) ex militare che ha combattuto in Iraq perdendo il braccio destro, che ora ha una protesi e fa il barista,


la sorella parrucchiera Mellie Logan (Riley Keough) che fortunatamente ha tutti gli arti indenni, il criminale professionista Joe Bang (Daniel Craig) e i suoi due fratelli (tutto in famiglia insomma!). Ma Joe Bang è in prigione e Jimmy deve escogitare un piano per farlo uscire e poi rientrare.


Come si può definire in una parola "La truffa dei Logan"? Surreale perché c'è un criminale che evade da prigione e poi ci ritorna tranquillamente mentre le guardie non si accorgono di nulla, perché i personaggi sono quasi tutti strambi, soprattutto Joe Bang con i capelli platino, vestito con un'appariscente divisa a righe come quella della Banda Bassotti e goloso di uova come l'anfibio del film "La forma dell'acqua", senza contare i suoi due bizzarri fratelli (guardare per credere, ecco il trio) 👇


e infine perché fare una rapina durante un evento che segue tutta America è folle, molto folle! Tutti gli attori sono convincenti, da Daniel Craig che preferisco nelle vesti di delinquente piuttosto che nei panni di James Bond, fino a Katherine Waterston e Hilary Swank che compaiono per poche scene nei panni rispettivamente di un'infermiera innamorata di Jimmy fin dal liceo e di una tosta agente dell'FBI. Bella la colonna sonora, solo la canzone "Take Me Home, Country Roads” è cantata in maniera un po' stonata da Sadie durante il concorso di bellezza. Quello che ho apprezzato di meno è stata la complessità della rapina (è un po' troppo articolata) e lo stile troppo leggero del film. Però la storia è godibile, soprattutto in questi tempi non positivi. VOTO 6,5

8 commenti:

  1. Ciao Vanessa! Il film potrebbe essere simpatico, dai... Anche il cast maschile non è male dal punto di vista di noi ragazze, direi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì hai ragione, anche se qui gli uomini sono tutti un po' imbruttiti! 🤣

      Elimina
  2. Penso che lo stile scanzonato sia voluto... un po' surreale... Insomma, ci sta che non piaccia come genere/stile.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È uno stile che non piace a tutti, a me tutto sommato è piaciuto! 🙂

      Elimina
  3. Ho apprezzato, un po' esagerato ma nel complesso riuscito ;)

    RispondiElimina
  4. Daniel Craig fuori dai panni di Bond è sempre molto diverso. Ma molto bravo. Sa distaccarsi dall' agente segreto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì lui riesce a interpretare personaggi sempre diversi e io lo preferisco lontano dai panni di 007. 🙂

      Elimina